Caserme, via libera alla rivalutazione di Montello, Garibaldi e Santa Barbara

Siglato l'accordo per il trasferimento della Polizia in via Caracciolo, della Difesa in piazzale Perrucchetti e per l'ampliamento dell'Università Cattolica

Varie Milano

Via libera alla realizzazione della nuova sede della Polizia di Stato nella Caserma Montello di via Caracciolo, cui precederà il trasferimento delle funzioni operative svolte dalla Difesa presso la Caserma Santa Barbara di piazzale Perrucchetti, e all’ampliamento dell’Università Cattolica grazie all’acquisizione da parte dell’Ateneo della Caserma Garibaldi.

La Giunta stamattina ha dato il nullaosta alla firma, avvenuta poco dopo in Prefettura, all’Accordo territoriale di sicurezza integrata per lo sviluppo siglato tra Ministero dell’Interno, Ministero della Difesa, Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Agenzia del Demanio, Regione Lombardia, Comune di Milano e Università Cattolica del Sacro Cuore per la riqualificazione delle tre caserme.

L’Accordo, portato avanti grazie anche alla collaborazione dell’assessore alla Sicurezza Carmela Rozza, segue il protocollo firmato tra gli enti che prevede l’acquisizione della Caserma Garibaldi da parte dell’Università. Come misura compensativa, l’Ateneo si è impegnato a erogare l’importo corrispondente all’acquisizione – pari 88 milioni di euro – attraverso il finanziamento dei costi di rifunzionalizzazione della Caserma Montello e della Caserma Santa Barbara per le esigenze della Polizia di Stato e per quelle del Ministero della Difesa.

Quello di oggi è un passaggio necessario e fondamentale per la realizzazione di un importante progetto di rigenerazione di edifici storici – sottolinea l’assessore all’Urbanistica Pierfrancesco Maran – Grazie alla sinergia tra le istituzioni e la disponibilità dell’Università Cattolica potremo garantire una crescita urbana e un’ottimizzazione dei servizi senza che ciò comporti nuovo consumo di suolo. L’operazione inoltre assicurerà l’ampliamento dell’offerta universitaria cittadina, rendendo Milano una meta sempre più attrattiva per gli studenti di tutto il mondo”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 22 dicembre 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore