“Cresce l’inquinamento della falda intorno all’ex discarica”

L'allarme da parte dei gruppi Gerenzano Democratica, Uboldo Civica, Origgio Democratica e Sinistra è di Lainate sullo stato della falda nella zona dell'ex discarica

Falda nella discarica di Gerenzano

La comunicazione rilasciata dai gruppi Gerenzano Democratica, Uboldo Civica, Origgio Democratica e Sinistra è di Lainate sullo stato della falda nella zona dell’ex discarica:

Il giorno 16 dicembre 2016 il gruppo di lavoro composto da Gerenzano Democratica, Uboldo Civica, Origgio Democratica e Sinistra è di Lainate ha inviato un rapporto sull’inquinamento della falda freatica a valle della discarica di Gerenzano a Regione Lombardia, Provincia di Varese, Città Metropolitana di Milano, ARPA Varese, ATS Insubria, comuni di Gerenzano, Uboldo, Origgio, Lainate, Rescaldina, Cerro Maggiore e alla società A2A, gestrice del sito.

Con l’invio del rapporto alle autorità competenti il nostro gruppo di lavoro chiede che chi è preposto al controllo si attivi affinché vengano adottati gli opportuni interventi, sia di adeguamento della rete di monitoraggio, che della barriera idraulica per evitare ogni possibile rischio futuro di inquinamento dei pozzi che prelevano acqua potabile a valle della discarica.

Il lavoro, condotto autonomamente su dati ufficiali forniti da A2A, ha individuato alcuni punti critici nell’esercizio della messa in sicurezza operativa della discarica di Gerenzano.

Secondo la nostra analisi l’ innalzamento del livello di falda, abbinato alla mancanza di impermeabilizzazione del fondo della discarica e all’inefficienza della barriera idraulica, sta causando un aumento dell’inquinamento della falda immediatamente visibile dalle concentrazione degli inquinanti nei pozzi di sbarramento.

Il sistema di monitoraggio composto da piezometri è insufficiente a rilevare tempestivamente fenomeni di rilascio, sia per il numero di piezometri effettivamente a valle della discarica utilizzabili come controllo che, soprattutto, per la distanza eccessiva degli stessi dalla barriera. Inoltre i parametri analizzati nei piezometri non comprendono elementi tossici sicuramente presenti nell’acqua emunta dai pozzi di sbarramento, in particolare i metalli pesanti.

Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore