Da Allevi allo schiaccianoci, nuovi appuntamenti al Lac

LuganoInScena dà appuntamento al suo pubblico con quattro spettacoli che spaziano dalla danza, alla musica, al teatro

Lac Varie

Ancora danza al LAC con il Ballet du Grand Théâtre de Genève: il coreografo belga Jeroen Verbruggen mette in scena, in modo originale e inedito, la celebre storia de “Lo schiaccianoci” e tutta la magia fiabesca e l’atmosfera onirica che l’accompagnano, apportando anche delle piccole modifiche alla partitura originale che generano un dinamismo e un equilibrio perfetti.

Non si vedranno alberi di Natale, ma solo un misterioso e a tratti inquietante armadio, ispirato ad un bizzarro romanticismo tedesco e simbolo del limite tra sogno e realtà. Lo spettacolo – in scena in Sala Teatro al LAC giovedì 15 e venerdì 16 dicembre alle ore 20:30 – grazie al genio del coreografo e alla grandiosità dei sarti ha incantato dal suo primo debutto nel 2014 non solo il pubblico ginevrino, ma anche centinaia di migliaia di internauti in tutto il mondo. Le danze della splendida Compagnia di ventidue ballerini incanteranno grandi e piccini in una meravigliosa coreografia.

In collaborazione con la rassegna Home venerdì 16 dicembre alle ore 20:30 va in scena al Teatro Foce la pièce “Emigranti” per la regia di Emanuele Santoro, con due repliche rispettivamente il 17 dicembre alle ore 20:30 e il18 dicembre alle ore 17:00.

Un sottoscala fatiscente, al nord. Due emigranti, del sud. Uno è fuggito per qualcosa, l’altro da qualcosa. Il primo, uomo semplice e pragmatico, sogna di tornare e costruire la casa più bella di tutto il paese. Il secondo, intellettuale, interessato al tema della schiavitù, sa che a casa non tornerà mai. È la notte dell’ultimo dell’anno e nel loro scantinato, fatto di due brande e un tavolino, i due trascorrono la festa tra accuse, ripicche e piccole crudeltà, tra sogno e disillusione. Un testo che tra dramma e farsa propone un tema amaro e di assoluta attualità.

Sabato 17 dicembre alle ore 20:30 Giovanni Allevi, uno dei maggiori compositori puri e incontaminati dell’attuale panorama internazionale, si esibirà per la prima volta al LAC con il suo “Piano Solo Tour”. Compositore, direttore d’orchestra e pianista, Allevi diventa in breve tempo un fenomeno sociale, l’enfant terrible che ha lasciato annichilito il mondo accademico con il suo straordinario talento e carisma. Entra nell’immaginario collettivo delle nuove generazioni che affollano i suoi concerti. Le sue composizioni tratteggiano i canoni di una nuova “Musica Classica Contemporanea”, attraverso un linguaggio colto ed emozionale, che prende le distanze dall’esperienza dodecafonica e minimalista per affermare una nuova intensità ritmica e melodica europea fondata sulle forme della tradizione classica infuse dei suoni del presente. Lo spettacolo è in collaborazione con GC Events.

Martedì 20 e mercoledì 21 dicembre in Sala Teatro alle ore 20:30 andrà in scena lo spettacolo “I vicini” di Fausto Paravidino, uno degli autori più interessanti del panorama teatrale italiano, apprezzato e rappresentato in tutto il mondo.

Lo spettacolo racconta la guerra domestica di due giovani coppie attraverso un’atmosfera rarefatta e toni noir. Lui sente dei rumori provenire dal pianerottolo. Cercando di non farsi sentire, va a guardare dallo spioncino. I rumori cessano. Ritorna al suo posto. Quando Greta torna a casa glielo dice: mentre lei non c’era lui ha visto i vicini. Com’erano? Lui non sa dire, vedere non è capire, però ne ha paura. Perché? E chi lo sa, se sapessimo esattamente di cosa abbiamo paura, probabilmente paura non ne avremmo. Lui ha paura dei vicini. Perché? Non lo sa. E Greta? Greta no. Greta non ha nessuna paura dei vicini. Anzi, non vede l’ora di farne la conoscenza, lei ha paura della vecchia. Che vecchia? La vecchia che vede di notte. La vicina. La vicina che c’era prima che arrivassero i nuovi vicini. La vicina che c’era prima di morire. I vicini non sembrano affatto pericolosi. Una sera si incontrano persino tutti e quattro. Quella sera succedono cose strane, però non spiacevoli. Solo che la notte la vecchia ricompare. Lei ha sempre più paura, lui ne ha sempre meno, ormai lui va d’accordo coi vicini, si vedono di nuovo. I vicini sono molto cambiati. In peggio. Perché?

Informazioni e prevendita
Biglietteria LAC Piazza Bernardino Luini 6 CH–6901 Lugano +41 (0)58 866 4222
www.luganoinscena.ch info@luganoinscena.ch
Orari d’apertura Ma–Do: 10:00–18:00 Gi: 10:00–20:00
Lunedì chiuso
Telefoni attivi Ma–Do: 12:00–18:00 Gi: 12:00–20:00
Lunedì chiuso
In caso di spettacoli serali biglietteria e telefoni attivi fino alle 21:00

 

 

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 06 dicembre 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore