Doveva restare chiuso in casa ai domiciliari, ma era a spasso per Cassano

Accusato questa estate di spaccio di hascisc e cocaina, è stato "pizzicato" dai carabinieri dove non doveva essere

carabinieri pattuglia generica notte

Nella tarda serata di lunedì 26 dicembre, durante un posto di controllo nella zona centrale di Cassano Magnago, i carabinieri della locale stazione hanno arrestato un 34enne residente proprio a Cassano, disoccupato e pregiudicato.

Si trattava di un controllo casuale: al momento dell’identificazione l’uomo è risultato destinatario di ordinanza custodia cautelare ai domiciliari emessa dal giudice per le indagini preliminari del tribunale di Varese per reati di detenzione e spaccio sostanze stupefacenti, contestati al giovane dagli stessi militari di Cassano Magnano nella scorsa estate

iIl 34enne è accusato di spaccio di hashish e cocaina in diversi giardini pubblici ed in favore di giovanissimi clienti (circa una 40 nel totale, 25 dei quali minorenni). Nel corso dell’estate i carabinieri di Cassano avevano segnalato alla prefettura una quindicina di assuntori di sostanza stupefacente, otto dei quali minorenni. L’arrestato, al termine delle formalità di rito, è stato rimesso agli arresti domiciliari, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 27 dicembre 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore