Ennesima profanazione fascista al San Martino. L’Anpi: “Vigliacchi”

La presidente dell'Anpi Ester De Tomasi ha condannato il gesto

anpi

Ennesima profanazione fascista al Monte San Martino, dove  nei pressi del sacrario nella notte sono stati lasciati messaggi e oggetti di chiaro stampo fascista.

Vigliaccamente, caratteristica che li contraddistingue, hanno aspettato che le forze dell’ordine fossero impegnate nel presidio dei seggi e hanno agito – commenta la presidente provinciale dell’Anpi Ester De Tomasi – Condanniamo fermamente l’operato di questo gruppo”.

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 04 dicembre 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Alessandro Limido

    Vigliaccheria….Parole grosse… Il nascondersi, storicamente parlando, è una pratica una che spetta di diritto ad altri…
    Senza stima
    Alessandro Limido

  2. Scritto da lenny54

    Non c’e’ bisogno di condannarli: la storia ha gia’ condannato i loro maestri e loro sono sulla stessa triste strada. Mai nessun partigiano si e’ permesso di profanare i luoghi della memoria fascista.Democrazia e rispetto civile non sono virtu’ del repertorio fascista.

Segnala Errore