Forza Italia: “Sulla legalità ci sia intervento fermo e deciso del sindaco”

La presa di posizione del gruppo di Forza Italia dopo gli atti vandalici che hanno caratterizzato la giornata di domenica

Domenica pre-nalizia bloccata dal Telos

Forza Italia Saronno accanto ai suoi rappresentanti On. Lara Comi ed il consigliere regionale Luca Marsico, da sempre sensibili e attivi nel contrastare l’illegalità, sprona il Sindaco Fagioli a rendere Saronno una città vivibile e che dia serenità ai saronnesi e alle attività commerciali già penalizzate da una forte crisi.

Oggi Saronno ha necessità di persone capaci di restituire il ruolo attrattivo che compete alla nostra città e pertanto chiediamo che questa amministrazione imprima una svolta decisa con scelte chiare e ferme, concentrandosi sugli atti amministrativi che languono e sulle reali esigenze della città, in primo luogo la sicurezza!

Stigmatizziamo fermamente i fatti accaduti sin dalle prime ore della giornata di domenica, quando per l’ennesima volta noi saronnesi ci siamo svegliati trovando la nostra città vittima di atti vandalici. Come saprete, molti muri e vetrine di Corso Italia durante la notte sono stati imbrattati con scritte e slogan estremisti, obbligando i commercianti ad un lavoro supplementare in quella che doveva essere una domenica di sereno lavoro. La giornata è poi continuata con un presidio da parte degli anarchici in Piazza Cadorna per l’intero pomeriggio, che ha creato notevoli disagi alla cittadinanza e a gran parte delle attività commerciali.

Consideriamo intollerabile che Saronno debba ormai da anni sopportare accadimenti di tale gravità, a maggior ragione oggi che la città è amministrata da coloro che si erano elevati a paladini della legalità.
L’attuale amministrazione è stata protagonista di una campagna elettorale volta a contrastare i fenomeni di illegalità di questo genere, e il Sindaco Fagioli in merito dichiarò tolleranza zero, dopo quasi due anni di gestione della città da parte della Lega dobbiamo constatare che nulla è cambiato rispetto all’amministrazione Porro e che noi saronnesi continuiamo a subire queste manifestazioni.

Chiediamo pertanto un intervento serio e concreto da parte del Sindaco, e se necessario anche un consiglio comunale aperto dove venga invitato il Prefetto. Auspichiamo che quanto promesso venga quantomeno mantenuto, con la speranza che la nostra città ricominci noi sia più vittima di questi soprusi.

di manuel.sgarella@varesenews.it
Pubblicato il 19 dicembre 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore