Il Varese non brilla ma piega il Verbania e ritrova la vetta

Due legni degli ospiti, due gol biancorossi con Giovio e Rolando su rigore generoso. Il Chieri travolge la Caronnese salendo in testa insieme agli uomini di Baiano

calcio varese

Due pali del Verbania, due gol del Varese. Volendo riassumere ai minimi termini la partita che chiude il 2016 biancorosso ci si può fermare a questa constatazione: la squadra di Baiano si prende tre punti pesanti che le consentono di tornare in testa al girone insieme al Chieri (trionfale a Caronno: 0-3) ma non lascia certo soddisfatti i suoi tifosi a livello di prestazione.

Galleria fotografica

Varese - Verbania 2-0 4 di 18

Il Verbania, che lotta in zona playout, non ha per nulla sfigurato e anzi avrebbe anche meritato di pareggiare se consideriamo che la seconda rete biancorossa (di Rolando, forse il migliore dopo Pissardo) è arrivata in pieno recupero su rigore molto dubbio. E dire che nella prima mezz’ora era stato il Varese a… fare il Varese, segnando con Giovio e sfiorando il gol in altre circostanze. Poi però la luce si è affievolita e i piemontesi hanno guadagnato campo e fiducia: basti dire che il computo dei corner è stato di 10-1 per gli ospiti e che, come accennato, Pissardo è stato da applausi anche a livello di “sicurezza” in particolare nelle uscite.

Ora comunque, con tre settimane di pausa davanti, Baiano può dare una regolata alla squadra, inserendo meglio nei meccanismi gli ultimi arrivati (benino Vingiano, oggi, insufficiente Innocenti), provando a recuperare gli acciaccati (Giovio e il suo tendine) e quei giocatori – Scapini su tutti – che stanno faticando. Ritrovare freschezza è necessario, visto l’impatto del Chieri e la regolarità mostrata da Caronnese e Borgosesia (ma pure dal Cuneo che però oggi ha pareggiato con il Bra). Stare davanti a tutti resta un risultato importante e non scontato per i biancorossi, ma è chiaro che non si può perdere colpi alla ripresa delle ostilità.

CALCIO D’INIZIO – C’è subito spazio per l’ultimo arrivato, Vingiano, nell’undici di Baiano che gli affianca Bottone e mette in fascia sinistra Innocenti al posto di Becchio. Tutto confermato il resto della formazione, con Bonanni terzino mancino al posto dell’infortunato Granzotto. Il Verbania è in campo con il 4-4-2: in difesa manca il centrale Adamo, squalificato dopo la prima in maglia biancocerchita e sostituito da Nasali.

Varese - Verbania 2-0
Il 2-0 di Rolando (foto Borserini/Raso)

IL PRIMO TEMPO – La prima metà di gara ha l’impronta del Varese ma si chiude con il minimo divario e con qualche recriminazione ospite, visto che i piemontesi colpiscono ben due volte il palo. Ma andiamo con ordine: il Varese ci prova subito trovando una gran risposta del portiere Beltrami, miracoloso al 7′ a negare il gol a Rolando che ha deviato in porta un cross teso di Giovio. La seconda parata del numero uno lacuale arriva sullo stesso Giovio, ben servito da Scapini al 23′ e anche questa volta il salvataggio è notevole. Nel frattempo però il Verbania, approfittando di un Pissardo con qualche problema con il sole negli occhi, coglie addirittura un palo “casuale” con un cross da sinistra del ficcante D’Onofrio. Il gol dei padroni di casa però arriva al 25′: Giovio lascia a Rolando una punizione da lontano e subito dopo si capisce il perché. Il numero 10 esegue un movimento provato in allenamento con cui si libera in area: Rolando lo serve e Giovio può ricevere, girarsi da solo e scaraventare in rete nonostante il tocco disperato del solito Beltrami.
Il Varese prova a premere per il raddoppio ma senza troppa convinzione, anche se Beltrami vola a bloccare un altro tentativo di Rolando. Si entra negli ultimi 5′ e di colpo il Verbania si accende e sfiora il gol a più riprese. A negarlo è Pissardo che sale in cattedra deviando sul palo un colpo di testa di Bianconi e respingendo d’istinto sull’inzuccata ravvicinata di Nasali arrivata sugli sviluppi del corner.

LA RIPRESA – Forte del vantaggio, e un po’ troppo sicuro di se stesso, il Varese concede troppo campo al Verbania fin dall’inizio del secondo tempo mettendosi subito a difesa del risultato. Gli uomini di Erbetta quindi iniziano a credere nel pareggio anche se spesso si fermano al limite dell’area perché Ferri e Viscomi alzano il solito muro mentre Pissardo dà sicurezza ai compagni primeggiando su tutte le uscite e – al 12′ – fermando una rovesciata pericolosa di Bianconi.
Baiano allora cambia, toglie un Innocenti fuori partita e inserisce Gazo per schierarsi con il 4-3-3. Poco dopo spazio anche a Moretti (per uno Scapini poco concreto) e a Spadafora per il ficcante D’Onofrio. Tra le note positive c’è il nuovo acquisto Vingiano, che mostra personalità con il passare dei minuti, e il solito Becchio che da quando entra – a metà ripresa – restituisce vivacità sulle fasce. Ed è proprio lui, in pieno recupero, a guadagnare un rigore causato da Paris mentre l’esterno sta uscendo dall’area: fischio molto generoso (anche se lo stesso Becchio parla di un tocco sulla caviglia, poca cosa comunque) che permette a Rolando di completare una bella prova con il rigore del 2-0. E che permette al Varese di chiudere i conti del pomeriggio e di terminare il 2016 come era iniziato: davanti a tutti.

VARESE – VERBANIA 2-0 (1-0)

MARCATORI: Giovio (Va) al 25′ pt; Rolando (Va) su rig. al 47′ st

VARESE (4-2-3-1): Pissardo, Talarico, Ferri, Viscomi, Bonanni; Bottone, Vingiano; Rolando, Giovio, Innocenti (Gazo dal 14′ st); Scapini (Moretti dal 22′ st). All. Baiano. A disp. Consol, Simonetto, Luoni, Cusinato, Calzi, Lercara, Becchio.
VERBANIA (4-4-2): Beltrami; Bonvini, Paris, Nasali, Panzani (Bertora dal 44′ st); Giardino (Papa dal 33′ st), Marino, Giglio, D’Onofrio (Spadafora dal 27′ st); Draghetti, Bianconi. All. Erbetta. A disp.: Scottini, Bianchi, Tinelli, Palmigiano.
ARBITRO: Kumara di Verona (Santi e Lenza).
NOTE. Giornata serena e fredda, campo in condizioni accettabili. Ammoniti: Vingiano, Gazo, Bottone, Paris. Calci d’angolo: 1-10. Recupero: 1′ e 5′. Spettatori: 1.500 circa.

Classifica: Chieri, VARESE 36; CARONNESE 35; Borgosesia 32; Cuneo 30; Pro Sesto 29; Inveruno 27; Casale* 25; Folgore C. 21; VARESINA 19; Gozzano, Bra, Oltrepovoghera 17; Verbania, Pro Settimo 16; Pinerolo 14; Bustese 13; Legnano* 9.
* = una partita in meno.

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 18 dicembre 2016
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Varese - Verbania 2-0 4 di 18

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore