La Uyba non sbaglia il colpo: vittoria e qualificazione

Le Farfalle senza problemi a Gent (0-3) passano ai 16mi di Coppa Cev dove troveranno Plovdiv. Mencarelli "risparmia" l'acciaccata Martinez, 14 punti di Fiorin

stufi pallavolo uyba

Busto vola senza troppi problemi ai 16mi di finale di Coppa Cev: dopo la vittoria – netta ma con qualche affanno – ottenuta in casa, la Unet Yamamay passa senza grossi problemi anche sul campo del VDK Gent e si regala così il passaggio dal primo al secondo turno nella competizione internazionale.

Le Farfalle (Foto Volleybusto / Alemani), che a gennaio (andata in casa tra il 10 e il 12) sfideranno le bulgare del Plovdiv non hanno avuto particolari difficoltà a vincere in Belgio: 0-3 il risultato finale ai danni delle giovanissime padrone di casa, nonostante coach Mencarelli abbia tenuto precauzionalmente a riposo Brayelin Martinez, reduce dall’infortunio alla spalla rimediato al termine della gara con Monza e, per fortuna, rivelatosi di lieve entità.

Senza la dominicana è Valentina Fiorin a prendersi il lusso di chiudere la gara da top scorer con 14 punti, due in più dell’altra Valentina (Diouf), utile e concreta nonostante una schiena non al meglio. Otto invece i punti di un’affidabile Serena Moneta che ha dato sicurezza alle compagne anche in seconda linea. Tra le belghe la migliore è De Valkeneer, autrice di 15 punti, equamente suddivisi sui tre parziali.

LA PARTITA – Uyba avanti dall’inizio alla fine nel set di apertura con un vantaggio presto arrivato a +5 grazie a Moneta e Diouf (7-12, 11-16). Poi tocca a Stufi e soprattutto Fiorin fare la differenza nell’ultimo tratto di set, con la centrale che chiude con il punto del 19-25.
La vena di Fiorin non si spegne con il cambio campo, anzi: la schiacciatrice e Signorile procurano il primo break ricucito da De Valkeneer (8-8), con le belghe che sorpassano grazie al servizio. Busto torna subito davanti ma deve accettare la sfida punto a punto sino a quota 18. In quel momento però Diouf colpisce in attacco, Moneta salva in difesa e Gent sbanda: proprio un errore fiammingo vale il 20-25.
Con la qualificazione già in tasca Mencarelli dà spazio anche a Berti e Spirito e proprio i punti della prima consentono a Busto di replicare al buon avvio di Gent. (10-10). Le belghe arrivano a +3 ma Sartori raddrizza la situazione e, come nel set precedente, Busto si dimostra migliore quando i palloni si fanno pesanti. Sartori va di nuovo a segno, la seconda linea non sbaglia più e Moneta si prende il lusso di chiudere i conti (22-25).

LE VOCI – “La partita è risultata più facile del previsto e credo che Gent abbia giocato meglio al Palayamamay rispetto a questa sera – spiega coach Marco Mencarelli – Noi abbiamo tenuto il nostro profilo, riuscendo a creare un divario netto nel momento in cui abbiamo spinto. Net secondo e terzo set siamo riusciti a rimanere concentrati a muro e sulle nostre capacità di attacco: contro queste squadre il divario si deve vedere e si è visto”.
Sorride anche Valentina Diouf: “Per qualificarci bastavano due set, ma siamo state bravissime a non farci prendere dal nervosismo, perché loro le hanno provate davvero tutte. Siamo state brave a non mollare di testa contro una squadra tecnicamente non eccelsa, ma che ha spinto comunque molto per metterci in difficoltà”.

VDK GENT – UNET YAMAMAY BUSTO A. 0-3 (19-25, 20-25, 22-25)

Gent: Neyt L. (L), Neyt P. 12, Ghillebert ne, De Schrijver 1, De Valkeneer 15, De Boeck ne, Anthony 3, Flament 5, De Quick ne, Jacquemyn ne, Vandewiele 6, Horemans 7. All. De Clercq.
Busto Arsizio: Sartori 2, Stufi 4, Signorile 1, Cialfi, Spirito (L), Fiorin 14, Witkowska (L), Martinez ne, Diouf 12, Moneta 8, Berti 4, Negretti, Pisani 4. All. Mencarelli.
Arbitri: Anderson e Strandson
Note. Errori battuta: G 9, B 5, Aces: G 3, B 1. Muri: G 8, B 7 (Pisani 3). Spettatori: 1000 circa.

di
Pubblicato il 21 dicembre 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore