Lega: “Telos, lo Stato intervenga per tutelare la legalità”

La presa di posizione del segretario cittadino della Lega Nord, Davide Borghi, dopo i fatti di domenica che hanno visto protagonisti i giovani anarchici

Il consiglio comunale di Saronno, tutti i consiglieri

La presa di posizione del segretario cittadino della Lega Nord, Davide Borghi, dopo i fatti di domenica che hanno visto protagonisti i giovani anarchici: 

Dopo i fatti di domenica, esprimo a nome di tutta la Lega Nord la vicinanza ai dipendenti ed ai proprietari degli esercizi commerciali colpiti dagli atti vandalici e penalizzati dalla fallita manifestazione.

Riflettendo su quanto accaduto ci sono tre punti attorno ai quali occorre ragionare.
Il primo riguarda la veemenza con la quale le opposizioni criticano il Sindaco Fagioli per come sta gestendo la “questione” Telos. Chi attacca il Sindaco per i fatti accaduti domenica o è in malafede o non ha ancora capito come funzionano la divisione dei poteri e le competenze in un paese civile.
Più probabilmente qualcuno sta tentando di fare il gioco delle tre carte per offuscare i meriti della giunta Fagioli e scaricare su di essa i i danni fatti da altri nel passato.

Sulla stampa si sono spese molteplici parole. Ho letto di un ex-Sindaco descrivere il suo successore come un souffle malriuscito, dimenticandosi probabilmente della prima occupazione avvenuta nel 2007, quando fu interessato uno stabile in via Galli, dalla quale non risultò nemmeno un denunciato. Non mi pare che nessuno abbia trovato una soluzione all’epoca. Per chi ha poca memoria è bene ricordare che a quei tempi la giunta era guidata dal Popolo delle Libertà, ma non dalla Lega Nord, la quale era in opposizione.

Ho letto che il PD Saronnese si sta stracciando le vesti chiedendo che i giovani lazzaroni e svogliati smettano di imbrattare i muri della nostra bella Città. Alle volte si fa più bella figura a non commentare. Già… se tra tutti i partiti, proprio il PD si lamenta dell’attuale Sindaco, in qualità di segretario della Lega Nord non posso che domandare nuovamente quanto già chiesi in passato a mezzo stampa: sarebbe opportuno che il segretario del PD in carica, ed il suo predecessore, spiegassero come mai quando nel novembre del 2012 venne occupato lo stabile comunale in via don Monza la vecchia maggioranza fece passare più di un anno tra la denuncia sporta dall’allora Sindaco il 3 novembre 2012 e l’ordinanza di sgombero datata 21 novembre 2013. Come mai il PD scelse di tollerare l’occupazione dello stabile per più di un anno prima di richiedere l’intervento del Prefetto con lettera protocollata in data 18 dicembre 2013?

Singolare la fantasiosa e innovativa muraglia umana, proposta da chi, almeno a parole propone soluzioni di giustizia fatte in casa, probabilmente traendo spunto da qualche film western, senza ricordarsi che siamo in uno Stato di diritto.
Solito insipido comunicato dell’europarlamentare di Forza Italia che come sempre fa affermazioni scontate, buone per tutte le occasioni senza mai proporre una soluzione percorribile.
Per quanto riguarda il movimento 5 stelle, mi preme ricordare come in passato, a mezzo stampa, il Sindaco Fagioli si fosse detto disponibile a valutare qualsiasi richiesta che fosse pervenuta nel rispetto della legalità. Sarebbe curioso capire nella pratica come i 5 Stelle possano pretendere che un ente pubblico dialoghi con degli anarchici.

Qui si apre il secondo punto del ragionamento che porta ad affermare quanto le azioni degli anarchici siano inconcludenti e dannose.
Stando a quanto enunciato dal prof. Carlo M.Cipolla in “Le leggi fondamentali della stupidità umana”, la terza legge recita: “Una persona stupida è una persona che causa un danno ad un’altra persona o gruppo di persone senza nel contempo realizzare alcun vantaggio per sé od addirittura subendo una perdita”.
Esattamente quello che fanno i ferventi sostenitori del Telos. Saronno ha un problema relativo al patrimonio immobiliare. Si posso vincere le elezioni su un tale tema. Si dovrebbero fare delle politiche per incentivare la riqualificazione favorendo ristrutturazioni oppure trovare dei meccanismi di compensazioni per degli affitti calmierati. Le casse comunali ne trarrebbero beneficio, anche la collettività ne beneficerebbe. L’idea è buona, condivisibile, peccato che i metodi siano dei più stupidi. L’occupazione abusiva e le manifestazioni disorganizzate non portano alcun valore alla loro causa, la screditano perché continuano a raccogliere denunce, e creano un danno per la collettività. Se i Telos fossero veramente interessati a sistemare qualcosa avrebbero più probabilità di realizzare le loro idee se decidessero di accettare le logiche della civiltà, anziché fare danno a tutti pur di professarsi anarchici. Nel qual caso l’amministrazione potrebbe pensare di sedersi ad un tavolo come ha sempre fatto per tutte le associazioni ed i gruppi di cittadini che lo hanno richiesto.

Veniamo ora al Terzo punto del ragionamento. Può uno Stato, che necessita di ogni punto di IVA per campare, permettersi una perdita per colpa di quattro ragazzini? E’ corretto che dei lavoratori subiscano una perdita la domenica prima di Natale? E’ corretto che chi tanto si è impegnato per la realizzazione del Presepe vivente si veda dimezzato il pubblico? Possono essere sempre i soliti a farla franca? Sono solo alcune delle domande che girano nella testa dei saronnesi. Dalla nascita del Telos sono state denunciate decine e decine di persone. Molte delle quali sono sempre libere di scorribandare armate di bomboletta.

Prima di criticare i Sindaci bisognerebbe chiedersi se le leggi ad oggi in vigore siano le migliori. La Lega Nord ribadisce la sua contrarietà a qualsiasi legge come lo svuota carceri o la depenalizzazione dei reati minori (Decreto legislativo di attuazione della Legge delega 67/2014), nel quale, tra gli altri, sono inclusi i seguenti articoli del codice penale: 624 (furto), 337 (resistenza a pubblico ufficiale), 633 (invasione di terreni o edifici) per le quali dobbiamo sempre e solo ringraziare il PD e tutti i partiti che in questi anni gli hanno garantito la maggioranza in Parlamento

di
Pubblicato il 23 dicembre 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore