Lombardia regione virtuosa: Maroni traccia il bilancio di fine anno

Nell'ultima seduta di giunta del 2016, il Governatore ha evidenziato con i numeri i punti di forza del suo mandato. Tra questi il minor costo pro capite e il più basso debito pubblico d'Italia

Roberto Maroni il centro commerciale arese

«Cinquantadue sedute di Giunta, ventotto proposte di legge, 1.381 delibere. Di queste: 336 area territoriale, 584 area istituzionale, 180 area sociale, 281 area economica, con “risorse importanti per le nostre imprese». Questo il bilancio presentato dal Presidente lombardo Roberto Maroni nell’ultima riunione di giunta del 2016.

«Questi numeri dimostrano come la Lombardia sia una regione speciale e, spero presto, anche a Statuto speciale. Abbiamo – ha sottolineato il presidente – il debito pubblico più basso d’Italia: 73 euro contro 407 della media italiana. Siamo la Regione con meno dipendenti pubblici, con un costo pro capite per il cittadino di soli 18,75 euro contro 38,95 delle Regioni a statuto ordinario.
Inoltre – ha proseguito – siamo la Regione leader in Europa per manifattura (oltre un milione di addetti), quella con minore spesa pubblica per abitante (2.265 euro in Lombardia, 3.612 euro la media italiana) e quella leader in innovazione. Grazie agli investimenti, pubblici e privati, nella nostra regione ci sono il 28% dei brevetti italiani e il 34,5% dei brevetti europei».

«Sono molto soddisfatto – ha concluso il Governatore – del lavoro fatto in questi quattro anni. Il prossimo, sarà l’ultimo prima delle elezioni regionali del 2018. Per noi – ha assicurato – non sarà un anno ‘elettorale’, continueremo a fare quello che abbiamo sempre fatto, ossia cose concrete e non di propaganda. Noi parliamo con i fatti e non con le chiacchiere».

di alessandra.toni@varesenews.it
Pubblicato il 29 dicembre 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore