Pronta la legge sull’iniziativa “contro l’immigrazione di massa”

Il progetto sarà votato il 16 dicembre. Non introduce limiti alla presenza degli stranieri ma solo obblighi per gli imprenditori

La questione frontalieri va vista nell\'insieme delle problematiche del nostro territorio di frontiera

La legge di attuazione dell’iniziativa UDC contro l’immigrazione di massa, approvata il 9 febbraio 2014, è pronta.

Le due camere del parlamento svizzero sono riuscite a superare le divergenze riscontate e hanno elaborato un testo che sarà sottoposto a votazione il 16 dicembre. Il progetto che sarà sottoposto al voto del Consiglio nazionale e degli Stati non prevede soglie all’immigrazione né i contingenti di cui molto si era discusso.

Gli obblighi introdotti riguarderanno soltanto i datori di lavoro e verteranno sulle nuove assunzioni con misure volte a limitare l’impiego di manodopera estera in favore dell’occupazione locale.

Nel caso dovessero verificarsi ulteriori problematiche legate a una presenza massiccia di immigrati ai danni dell’occupazione nazionale potranno essere adottate misure supplementari per contenere questo fenomeno.

Delusione nei confronti del testo definitivo elaborato è stata espressa dai rappresentanti dell’UDC, il partito di destra che aveva presentato l’iniziativa sull’immigrazione di massa agli elettori svizzeri e che avrebbe voluto una legge più restrittiva su questa tematica.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 dicembre 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore