Rifiuti abbandonati, incivili “pizzicati” dalla Polizia Locale

Un'impresa edile è stata multata dopo una segnalazione, un privato cittadino è stato invece rintracciato grazie alle tracce lasciate nei sacchetti abbandonati

discarica abusiva mornera gallarate 2014

Un’impresa edile e un privato cittadino sono stati sanzionati dalla Polizia Locale di Gallarate per abbandono di rifiuti sulle strade della città.

L’estratto conto e lo scontrino, trovati giovedì scorso nei sacchi della spazzatura abbandonati sotto il ponte della Mornera allo Sciarè, sono stati sufficienti a risalire al responsabile dello scarico abusivo. Si tratta di un cittadino straniero, un pakistano, nei confronti del quale la polizia locale di Gallarate ha emesso i provvedimenti sanzionatori previsti per legge (foto d’archivio, sotto la Mornera).

Era stato il sindaco Andrea Cassani in persona, nel corso della visita settimanale nei rioni gallaratesi, a chiedere l’intervento degli agenti. «I residenti – spiega il primo cittadino – si lamentano giustamente dell’inciviltà delle persone che abbandonano immondizia ovunque. Ho raccolto segnalazioni in tal senso allo Sciarè e in tutti i quartieri fino ad ora visitati». E ancora: «Voglio che questi maleducati sappiano che risalire a loro non è semplice ma non è impossibile e che, come è successo in questa occasione, utilizzeremo tutti gli elementi utili a scovarli e a multarli, applicando il massimo dell’ammenda prevista».

Da parte sua, l’assessore alla Sicurezza Francesca Caruso, nel ricordare che «l’accertamento penale e amministrativo non è soggetto a privacy» e che anche nelle aree private dove spesso viene depositata la pattumiera «è sufficiente un permesso che consenta ai nostri agenti di accedervi per potere svolgere il proprio lavoro», ribadisce la ferma volontà dell’amministrazione comunale di contrastare la pessima abitudine del “lancio del sacchetto”: «Monitoreremo le zone dove questi comportamenti si ripetono e andremo a scovare i responsabili».

Proprio come è accaduto in via Adige, davanti al MediaWorld, nei giorni scorsi. Lì qualcuno aveva scaricato del materiale edile a bordo strada, destando però l’attenzione di una passante, che ha annotato il numero di targa del furgone e lo ha segnalato ai vigili. Per gli agenti a quel punto non è stato difficile rintracciare il proprietario del veicolo, ovvero un’impresa specializzata in lavori stradali. I titolari dell’azienda hanno spiegato di non essere al corrente dello scarico abusivo, frutto a loro dire della personale iniziativa dell’autista. La società è stata multata e ha immediatamente ripulito la strada a proprie spese. «In questo caso – rimarca il numero uno della giunta – ha funzionato la collaborazione tra cittadini e forze dell’ordine. Ne approfitto perciò per rinnovare l’appello ai gallaratesi: chiamateci appena siete testimoni di comportamenti che vanno a violare leggi, norme e regolamenti. Proprio come ha fatto la cittadina in via Adige: a lei va il mio più sincero ringraziamento».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 05 dicembre 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore