Quando la Siai Marchetti insegnava a volare: esce il libro sui progetti moderni

L'SF-260 è stato l'aereo su cui si sono formate intere generazioni di piloti nel dopoguerra: è il più celebre di diversi progetti sviluppati dopo il 1945, tra civile e militare

SF-260

A Ferno l’associazione Clipper presenta il terzo libro della collana “Più Cento – Siai Marchetti: dal 1915 storie di uomini e aeroplani”: il volume “I progetti moderni” racconta la storia della SIAI Marchetti dal 1946 al 1997, anno in cui viene definitivamente assorbita da Aermacchi.

Dopo un capitolo che traccia la storia nel suo insieme, i successivi capitoli si snodano attraverso i progetti più significativi della ditta di Sesto Calende partendo dal quadrimotore S.M.95, ultimo grande aereo passeggeri a essere prodotto, passando per i piccoli aerei da turismo quali lo FN-333 “Riviera”, lo S.205 e lo S.208, per arrivare al velivolo più significativo della SIAI nel dopoguerra e uno dei migliori progetti al mondo cioè lo SF-260, la “Ferrari dei cieli”, su cui si sono formate intere generazioni di piloti militari, nell’addestramento di base (foto Massimo Dominelli).
Non vengono tralasciati, naturalmente, i progetti militari relativi degli SM.1019 e S.211 oltre ad altri progetti minori come S.M.102 e SF-600.

L’opera, firmata da Massimo Dominelli e Luciano Pontolillo, è arricchita da oltre 180 immagini a colori e in bianco e nero, in buona parte inedite o poco conosciute, unitamente a numerose testimonianze e racconti in prima persona dei protagonisti delle vicende trattate. Non mancano le schede tecniche degli aeromobili e di approfondimento su argomenti specifici.

Il libro sarà presentato dagli autori con la collaborazione di Clipper – Associazione Amici dell’Aviazione e il patrocinio del Comune di Ferno, venerdì 16 dicembre 2016 alle ore 20.45, nella Sala Consiliare del Comune di Ferno in via Roma 51.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 dicembre 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore