Filosofarti sull’onda del successo di apertura, arrivano Gad Lerner, Roberto Escobar, Carlo Sini, Florinda Cambria

E ancora concerti, cineforum, doppio spettacolo teatrale sul Fedro di Platone: il programma è ricchissimo

Luca Mercalli Filosofarti 2017

Dopo l’ottimo avvio del primo fine settimana, prosegue la tredicesima edizione di Filosofarti, il festival di filosofia e delle sue intersezioni con le arti promosso e organizzato dal Centro Culturale del Teatro delle Arti di Gallarate e dedicato quest’anno al tema “Pandora, nuovi vizi, nuove virtù”.

In collaborazione con La Fondazione Comunitaria del Varesotto onlus, il Cpl di Varese – Ufficio scolastico per la Lombardia e Regione Lombardia e con il patrocinio della Provincia di Varese, dei Comuni di Gallarate, Busto Arsizio, Cardano al Campo, Castellanza e Besnate, della Società Filosofica Italiana e del Sistema Sociosanitario Regione Lombardia Asst Valle Olona, il festival propone fino al 5 marzo incontri, spettacoli, convegni sviluppandosi in coerenza con l’onoreficenza al merito ottenuta dalla Presidenza della Repubblica per l’impegno sociale e culturale che rappresenta sul territorio.
Tra gli ospiti dei prossimi giorni Gad Lerner, Roberto Escobar, Marta Morazzoni, Franco Trabattoni, Michele Corradino, Carlo Sini, Floridnda Cambria, Corrado Franco, Rosa Versaci, Alessandro Rosina e Sergio Sorgi.


Martedì 21 febbraio due grandi ospiti fin dall’appuntamento della mattina: Gad Lerner e Giuseppe Girgenti saranno i relatori, alle 10 al teatro delle Arti di Gallarate, al seminario di studio a cura del Cpl di Varese dal titolo “I valori dell’onestà e della testimonianza”.

Alle 15 all’Università della Terza Età Il Melo di via Magenta a Gallarate la scrittrice Premio Campiello nel 1997 Marta Morazzoni terrà un incontro letterario sul tema “Shakespeare e l’illusione del potere: Macbeth, Riccardo III, Giulio Cesare”.

Alle 21 alla sala Planet Soul del Melo di via Magenta di Gallarate musica live delle Babylonish, un ensemble tutto al femminile nella composizione come nel repertorio, in “Bell’Amore”, un omaggio alla musica pop delle grandi artiste degli ultimi settant’anni riproposto in arrangiamenti che prendono spunto dalla polifonia vocale “classica” e dal jazz. Il progetto vede la collaborazione del chitarrista Nicola Tacchi del Centro Espressione Musicale di Gallarate, e di Cristina Zaro come voce narrante. A cura di Cattedra e Cortile, un concerto in cui brani letterari e testi sacri di diverse epoche e culture dialogano con le parole e le melodie.

Alle 21 nella sala consiliare di via Mazzini a Besnate lezione magistrale di Roberto Escobar, docente di filosofia politica e analisi dei linguaggi all’Università di Milano, e critico cinematografico, sul tema “Democrazia, tecnocrazia e populismo: vizi e virtù del discorso politico contemporaneo”, a cura del Comune di Besnate.

Mercoledì 22 e giovedì 23 febbraio alle 9.30 al teatro delle Arti di Gallarate una conferenza di Franco Trabattoni su “L’amore platonico tra follia e virtù” introduce lo spettacolo teatrale della Compagnia Carlo Rivolta sul Fedro di Platone.

Sempre mercoledì 22 alle 18 alla libreria Ubik di Busto Arsizio in piazza San Giovanni incontro con l’autore Michele Corradino e con il suo “È normale… lo fanno tutti. Storie dal vivo di affaristi, corrotti e corruttori”.

Alle 21 al Teatro delle Arti di Gallarate lezione magistrale di Carlo Sini e Florinda Cambria sul tema “Il fondo del vaso: la speranza, oltre l’illusione”.

Giovedì 23 febbraio alle 17.30 a Villa Delfina di Gallarate in via Donatello, a margine della mostra di Ferruccio Locarno “Il volto dell’accoglienza nel disegno”, conferenza di Alessandro Rosina, professore ordinario di demografia e statistica sociale all’Università Cattolica di Milano, e Sergio Sorgi, studioso di welfare ed esperto di temi socio grafici, sul tema “Ragioni e valori dell’accoglienza”, con presentazione del libro “Il futuro che (non) c’è”, a cura di Egea Editore Milano in collaborazione con l’Associazione Vivere Crenna. Introdotti da Annamaria Inversetti, gli autori parleranno di quelle che a loro avviso sono le ragioni e i valori dell’accoglienza, partendo da temi quali il lavoro, la cultura, il mercato, la democrazia, l’innovazione, lo sviluppo sostenibile.

Alle 21 al teatro delle Arti di Gallarate cineforum con presentazione a cura del regista Corrado Franco del docufilm a tema sociale “Al di qua”, a confronto con quell’invisibile “aldilà” dove vivono i senzatetto, una società parallela sempre più numerosa e priva di diritti ma spesso ricca di umanità. Il regista ci porta nella quotidianità di quaranta senzatetto torinesi che in questo lavoro interpretano se stessi mettendo in scena la loro vita e un’emergenza sociale acuita dalla crisi degli ultimi anni. L’ingresso alla proiezione è di 7 euro (cinque i ridotti), l’introduzione è di Angelo Croci.

Sempre alle 21 ma a Busto Arsizio nella Sala Monaco della biblioteca comunale in via Borroni caffè letterario con Rosa Versaci sul tema “Amor di sé tra vizi e virtù: una lettura psicologica”.

Tranne che per alcuni appuntamenti, gli incontri di Filosofarti sono ancora una volta offerti alla popolazione in maniera gratuita: gli organizzatori del festival hanno però lanciato in questi mesi un crowdfunding (informazioni all’indirizzo www.filosofarti.it/sostienici) proprio per riuscire a sostenere l’alta qualità, aperta a tutti, di una programmazione che è sostenuta principalmente dal volontariato culturale. Il programma completo lo trovate qui.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 febbraio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore