La Sinistra italiana si prepara al congresso nazionale

Si è svolto il congresso provinciale del partito neonato che vuole rimettere al centro i "discorsi di sinistra"

Claudio Mezzanzanica

La Sinistra Italiana riparte anche a Varese. Si è svolto nel pomeriggio di domenica 5 febbraio presso la sala di Film Studio il congresso provinciale della neonata formazione che si ritroverà a Rimini i prossimi 17,18 e 19 febbraio per la riunione nazionale.

Ad aprire i lavori Claudio Mezzanzanica che ha poi lasciato la parola a Valerio Todeschini, Cinzia Colombo, Alberto Tognola, Enrico Pozzi e Rocco Cordì. Ritrovare argomenti e battaglie di sinistra è stato l’imperativo condiviso: i diritti sociali e civili, la disoccupazione giovanile, la maggioranza di governo cittadina. Tra i relatori anche Flavio Pandolfo che ha posto la questione della rappresentatività dei liberi professionisti.

Erano presenti anche esponenti di diversi enti e organizzazioni: dall’Unione degli studenti, alla Cgil, all’Anpi, l’UDE l’Arci l’associazione  “È possibile”.

Al centro del dibattito anche l’identità di un partito di sinistra che va delineandosi: entra Sel ma rimangono spettatori i Comunisti Italiani e Rifondazione Comunista.

Le elezioni per le cariche sono rimandate a dopo il congresso nazionale

Il gioco delle alleanze si sposta ora a Rimini dove la delegazione varesina sarà rappresentata da Leonardo Balzarini e Claudio Mezzanzaniza.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 05 febbraio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore