“Mia figlia incastrata fra le porte del treno: denuncio le ferrovie”

Disavventura nella serata di venerdì per l’attore Francesco Pellicini: “Poteva essere una tragedia”

“Una disavventura che poteva finire molto peggio”: l’attore Francesco Pellicini, fratello del sindaco di Luino Andrea ha annunciato una denuncia nei confronti di Trenord per un fatto avvenuto nella serata di ieri, venerdì 10 febbraio.

Secondo l’attore i responsabili di un treno diretto proveniente da Milano non si sarebbero accorti di una porta bloccata nella quale, a treno in movimento, è rimasta incastrata la figlia. Il treno è ripartito dalla stazione di Porto Valtravaglia e la ragazzina è stata aiutata da un passeggero a rientrare nel vagone.

Il fatto, sempre secondo la ricostruzione di Pellicini, deriverebbe dal mal funzionamento delle porte che hanno costretto la moglie a scendere al volo dal figlio più piccolo, nel frattempo rimasto sulla banchina.

«Non oso pensare a come sarebbe potuta finire questa vicenda, e non vi dico il panico. Viaggiare così è una vergogna: quando le porte restano aperte, il treno si deve fermare. Per di più alla stazione di Luino, dove sono andato, non mi è stato riferito il nome delle persone in quel momento responsabili del treno, quindi denuncerò», dice Pellicini nel video postato su Facebook.

«Questa storia fa rabbia, e non mi fermo, anche perché domani potrebbe capitare a un’altra persona. Mi piacerebbe capire a quanto ammontano i bilanci di Trenord: questi treni andavano bene forse negli anni ’70. Ma noi siamo nel 2017».

La questione della sicurezza su questa linea è molto sentita, e da questa presa di posizione pubblica, nata sui social, è seguito anche un duro commento dell’assessore ai trasporti di Luino, Alessandra Miglio, che sempre su facebook, rispondendo al contenuto del video, ha fatto sapere che “come amministrazione abbiamo chiesto più volte con lettere ed incontri che cambiassero i treni indecenti sui quali viaggiamo in certi orari, ma poco è cambiato. È arrivata l’ora di gridare più forte, così non si va più avanti”.

Non più tardi di qualche giorno fa alla Regione è stata discussa un’interrogazione presentata dal segretario regionale del Pd Alessandro Alfieri proprio legata all’obsolescenza del materiale rotabile, cui è seguita la risposta dell’assessore ai trasporti Alessandro Sorte.
L’assessore si è riferito proprio ai convogli in viaggio sulla Milano-Luino, annunciando a breve un piano di investimenti straordinario.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 11 febbraio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore