Tangenti in sanità: chiesti due anni per l’ex direttore Lucchina

Nel processo per la "telemedicina" il pubblico ministero ha chiesto anche l'assoluzione dei due varesini Paolo Valentini e Simone Rasetti. Prossima udienza il 26 marzo con la parola alle difese

carlo lucchina

Due anni e mezzo di carcere e 2.000 euro di multa per Carlo Lucchina. Assoluzione per Paolo Valentini Puccitelli, ex capogruppo PdL in regione, e Simone Rasetti, che ricopriva il ruolo di capo della segreteria dell’ex assessore alla Sanità Luciano Bresciani.

Sono queste le richieste del pubblico ministero che indaga sulle presunte irregolarità negli appalti di alcuni ospedali per la “telemedicina”.

L’indagine era partita sette anni fa e vede coinvolto anche l’ex assessore regionale Giulio Boscagli: anche per lui il PM ha chiesto l’assoluzione.

Le accuse erano, a vario titolo, corruzione e turbativa d’asta.  A far scattare le indagini una serie di gare d’appalto sospette, tra cui il progetto `Sistema televisivo outdoor´ affidato alla società Multimedia Hospital che avrebbe dovuto portare all’installazione in 26 aziende ospedaliere di un canale tv a circuito chiuso con informazioni sanitarie e pubblicità.

Secondo l’accusa, c’era un gruppo di potere che faceva capo all’imprenditore  Alberto Uva, accusato di aver offerto una mazzetta all’allora capogruppo della Lega Nord in Regione Stefano Galli che segnalò il caso alla magistratura. L’imprenditore ha patteggiato la pena.

La prossima udienza del processo è stata fissata al 26 aprile per gli interventi delle difese.

Alessandra Toni
alessandra.toni@varesenews.it

Sono una redattrice anziana, protagonista della grande crescita di questa testata. La nostra forza sono i lettori a cui chiediamo un patto di alleanza per continuare a crescere insieme.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 22 Febbraio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.