Intrigo letterario per un delitto: il te con l’autore ospita Emiliano Bezzon

Si chiude domenica 25 giugno, alle 16, presso il Caffè Lucioni la prima parte della quarta stagione de il te con l’autore

Emiliano Bezzon giallista

Si chiude domenica 25 giugno, alle 16, presso il Caffè Lucioni a Castiglione Olona la prima parte della quarta stagione de il te con l’autore, la rassegna culturale proposta dall’associazione Borgo antico di Castiglione Olona. L’ultimo incontro, prima della pausa estiva vede protagonista Emiliano Bezzon ed il suo ultimo lavoro il manoscritto scomparso di Siddharta.

«Possiamo dire che la prima parte dell’anno è stata molto positiva – spiega Ugo Marelli, presidente dell’associazione, grazie anche alla collaborazione molto importante di Caffè Lucioni, sia per l’ospitalità che per la pubblicità che sviluppa delle nostre iniziative. In questi mesi abbiamo visto anche, tra i big, la presenza di Andrea Vitali; ma nella nostra fucina stanno crogiolando anche altre idee che vedranno presto la luce».

Andrea Bezzon è un gallaratese che ha operato come ufficiale di complemento nell’arma dei Carabinieri e che ha poi intrapreso una nuova carriera come comandante nella polizia locale di diverse città della Lombardia. attualmente è comandante della polizia locale di Varese. Autore di testi giuridici settoriali, dal 2014 ha incominciato a dedicarsi anche alla scrittura poliziesca. Il suo primo romanzo, Breva di morte, viene pubblicato nel 2015 da Eclissi; seguirà Le Verità dii Giobbe sempre per Eclissi. Ha pubblicato diversi racconti con cui ha partecipato a Gialli sui laghi, ex Giallo Stresa, ed ha pubblicato anche in altre riviste del settore. A fine gennaio 2017 è uscito in ebook il terzo romanzo giallo intitolato Il manoscritto scomparso di Siddharta (indies g&a) su Amazon e Kobo che sarà poi pubblicato in cartaceo da Robin Editori.

Giorgia Del Rio, psicologa di coppia milanese, si è da qualche tempo convertita a fare l’investigatrice, pur senza licenza, alla caccia di mariti infedeli. Spesso la sua professione la porta a lunghi appostamenti vicino a Lugano, presso quelli che gli svizzeri chiamano ‘postriboli’. Una sera, rientrando a casa, dà un passaggio a Luna, una delle ragazze che lavorano in questi luoghi. Intanto, una nuova cliente, Tecla Longoni, chiede a Giorgia di indagare sulla morte poco chiara del marito, Mario Longoni. L’investigatrice conosce diverse persone e si trova a collaborare con il maresciallo Maiani e con il capitano Doriana Messina

La vicenda subisce una svolta quando si scopre che un manoscritto di Herman Hesse, che era vissuto in quei luoghi, è scomparso. La testimonianza di Luna , divenuta amica di Giorgia, sarà preziosa per dare una svolta all’indagine.

Manuel Sgarella
manuel.sgarella@varesenews.it

 

Raccontiamo storie. Lo facciamo con passione, ascoltando le persone e le loro necessità. Cerchiamo sempre un confronto per poter crescere. Per farlo insieme a noi, abbonati a VareseNews. 

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 23 Giugno 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.