Da Ganna a Laveno, in cerca di una festa che non c’era

Un lettore racconta la sua disavventura di Ferragosto: alla ricerca di fuochi d'artificio "annullati" e paesi sul lago senza turisti

badia di ganna

Buongiorno Varese News. Qualche giorno fa via internet abbiamo appreso la notizia che a Ganna ci sarebbe stata una festa il 15 di agosto con finale spettacolo pirotecnico. Abbiamo optato per andare in quel paese, non scegliendone altri. Brutta delusione: i fuochi d’artificio non c’erano. Le giustificazioni poco realistiche. Ci è sorta una domanda: i fuochi d’artificio non saranno stati soltanto un modo per attirare gente, ma si sapeva già dall’inizio che non ci sarebbero stati? Abbiamo quindi lasciato Ganna e visto l’orario siamo andati a Laveno. Ebbene c’era pochissima gente. La tristezza di Laveno si sentiva nell’aria. Paese spento e triste. In una serata di festa nell’area del Luna Park, tra le attrazioni e le bancarelle, c’erano pochissime persone. I giostrai si lamentavano: gli incassi non bastano neppure a pagare le spese. Nell’aria nessuna atmosfera di festa. Davvero un peccato

Matteo

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 16 agosto 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore