Corgeno sempre più capitale italiana del “sedile fisso”

Per il nono anno consecutivo le acque del lago di Comabbio assegnano i titoli tricolori. Sabato 2 le batterie, domenica 3 le finali

presentazione campionati italiani canottaggio sedile fisso corgeno 2017

Sventola il tricolore sul lago di Comabbio, all’altezza del lido di Corgeno. Ancora una volta la frazione di Vergiate si prepara – grazie all’organizzazione della locale società di canottaggio – a ospitare i Campionati Italiani del “sedile fisso”, ramo di questo sport meno diffuso in senso generale ma molto praticato sui laghi lombardi.

Gli “Italiani” sono giunti alla 65a edizione e hanno ormai trovato a Corgeno la loro casa: da nove anni gli “scudetti” a sedile fisso sono assegnati qui e la località del Varesotto ha organizzato ben 18 campionati nazionali negli ultimi 26 anni. Le regate prenderanno il via sabato mattina con le batterie seguite dai recuperi. Domenica 3 invece la grande giornata delle finali nelle quali saranno assegnati i titoli delle categorie Allievi, Cadetti, Ragazzi, Juniores e Seniores. In palio anche i titoli per società: la classifica generale è intitolata a Guido Cantù, la classifica giovanile assegna il “Luigi Tosti” mentre lo storico Trofeo Sinigaglia andrà alla miglior società seniores maschile. La migliore società nelle finali alzerà il trofeo Raffaele Simonetta.

Oltre alle regate, la manifestazione prevede anche un convegno – venerdì pomeriggio – dal titolo “Ho in mente di vincere” a cura di Paolo Caprioli: un cammino condiviso nella comprensione di quanto sia delicato il sistema atleta e di quanto sia importante un corretto supporto, anche dal punto di vista mentale, da parte degli allenatori. Non mancherà inoltre il solito supporto gastronomico garantito dall’organizzazione della Canottieri Corgeno.

Nel corso della presentazione ufficiale, avvenuta presso la sede della Canottieri Corgeno, sono intervenuti il presidente federale Marco Mugnani, il sindaco di Vergiate Maurizio Leorato, il presidente FICSF Lombardia Narcisio Gobbi, il vicepresidente FIC Luciano Magistri e il presidente della Canottieri Corgeno Giovanni Marchettini.
«I numeri di quest’edizione certificano il trend di crescita della nostra Federazione – sono parole di Mugnani – Sottolineo a grande partecipazione degli Esordienti, a garanzia del ricambio generazionale portato avanti grazie al prezioso lavoro delle nostre Società. La Canottieri Corgeno è sinonimo di garanzia di buona organizzazione e massima attenzione a tutti gli aspetti che caratterizzano un campionato italiano».

Nelle acque del lago di Comabbio, le migliori condizioni per gareggiare saranno garantite da adeguati spazi in acqua (5 catamarani), a terra ed anche in aria (riprese aeree). Non a caso la società ospita spesso le nazionali straniere di canottaggio olimpico (Canada, Azerbaigian, Svizzera) e di canoa (Australia e Belgio). E il campo di regata sarà il teatro nel 2019 della Coupe de la Jeunesse, la grande manifestazione giovanile da cui passano tutte le grandi speranze del remo.

I CLUB ISCRITTI

Otto dalla provincia di Genova (LNI Genova Sestri Ponente, Dario Schenone Foce, Club Sportivo Urania, Sportiva Murcarolo, Gianni Figari Santa Margherita Ligure, Rowing Club San Michele, LNI Sestri Levante, LNI Chiavari e Lavagna), una dalla provincia della Spezia (Il Gabbiano Monterosso), una dalla provincia di Pisa (Giacomelli Pisa), nove dalla provincia di Como (Plinio Torno, Osteno, Falco Rupe Nesso, Sportiva Lezzeno, Stella Laglio, Aurora Blevio, Aldo Meda Cima, US Carate Urio, Tremezzina), quattro dal VCO (Cannero Sportiva, Canottieri Pallanza, Verbanese, Cannobio), dieci dalla provincia di Varese (De Bastiani Angera, Arolo, Caldè, Germignaga, Cerro Sportiva, Porto Ceresio, Corgeno, Ispra, Sport Club Renese, Portovaltravaglia). In tutto, 350 equipaggi con 511 atleti (816 atleti/gara) Corgeno (24), Arolo e Aurora Blevio (entrambe con 23), Sport Club Renese (22) vantano le squadre più numerose dei Campionati Italiani.

Accanto alla Canottieri Corgeno ci sono, in questa occasione con il proprio patrocinio, Regione Lombardia, Provincia di Varese, Comune di Vergiate, Coni Lombardia, Camera di Commercio, Varese Sport Commission e Parco del Ticino.

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 01 settembre 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore