Bignami: “Anche l’Italia ai mondiali di calcio per pazienti psichiatrici”

Prosegue la campagna della senatrice bustocca a favore delle persone con problemi di salute mentale. Dopo la presentazione del libro "Crazy for football", un nuovo obiettivo

crazy for football locandina

Lo scorso 25 ottobre, in sala Nassirya presso il Senato della Repubblica Italiana, si è svolta la presentazione del libro “Crazy for football”, evento organizzato dalla senatrice Laura Bignami. Nel volume la storia di dodici persone che hanno compiuto un’incredibile impresa: partecipare al primo Mondiale di calcio a 5 per pazienti psichiatrici in Giappone guidati dal dottor Santo Rullo, opera già insignita questo marzo del David di Donatello.

Alla presentazione sono intervenuti Andrea Montemurro, Presidente della Divisione Calcio a 5 FIGC, Volfango De Biasi e Francesco Trento, autori del libro, Enrico Zanchini, allenatore della Nazionale e Santo Rullo, psichiatra e Presidente dell’International Football Committee in Mental Health.

In questa occasione é stato fatto un annuncio: la volontà di partecipare ai Mondiali del 2018 a Roma. La Senatrice Bignami, che sin dall’inizio ha sostenuto questa iniziativa, conferma il suo sostegno agli azzurri: “ho creduto fin dall’inizio a questa ‘armata brancaleone’ come loro stesso amano definirsi, piena di sogni e pochissime certezze. Ora molti risultati li hanno raggiunti e sono la prova evidente di come il calcio e lo sport in generale possano favorire la riabilitazione e la rivincita delle persone con problemi di salute mentale”. A fine conferenza la Senatrice ha rivolto un augurio ai relatori: “spero che la vostra amicizia duri per sempre visto i risultati che avete raggiunto insieme” e uno ai moltissimi Senatori presenti affermando “essendo previsto nella legge di bilancio un intero capitolo dedicato allo sport valutiamo la possibilità di sostenere l’iniziativa del Mondiale”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 27 ottobre 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore