Comunità montana: “Contro la crisi del lavoro assumiamo operai agricoli stagionali”

La giunta: "Atti concreti contro la crisi". 574.000 il gettito Conai, derivato dalla raccolta differenziata dei rifiuti. Solidarietà all'operato del vice presidente Pezza

Nella nuova sede della Comunità Montana

La Giunta Esecutiva della Comunità Montana Vallli del Verbano ha fatto sapere in una nota di aver approvato l’atto di indirizzo per la formazione di una graduatoria per l’assunzione a tempo determinato di operai agricolo – forestali stagionali.

Un primo contingente verrà inserito nella squadra operai di Comunità Montana per la realizzazione in amministrazione diretta di opere e manutenzioni di carattere ambientale in aggiunta agli operai già in servizio.

Grazie a questa iniziativa, tutti i Comuni appartenenti potranno, così, contribuire attivamente, anche se parzialmente, ad attenuare gli effetti derivanti dalla grave crisi occupazionale in atto, contribuendo, altresì, alla valorizzazione ambientale del territorio.

Con questo atto tutti gli Enti potranno, come già messo in atto dai Comuni di Brezzo di Bedero, Brissago Valtravaglia, Castelveccana, Germignaga, Maccagno con Pino e Veddasca Montegrino Valtravaglia, utilizzare questo strumento per le finalità sopra indicate e così creare nuove opportunità di lavoro.

“Altra buona notizia che giunge dalla Comunità Montana – prosegue la nota –  è l’incremento del gettito “Conai”, ossia il ricavato dalla vendita di materiale riciclabile quale carta, vetro, plastica, ferro, che, a fronte di una previsione di incasso 2017 di 500.000,00 euro, ha realizzato un incremento portandolo a 574.000,00 euro annuo. Questo grazie alla razionalizzazione, alla differenziazione della raccolta, all’incremento ottenuto dalle trattative di vendita messe in atto; va ricordato, infatti, che da circa 250.000,00 euro annui del 2014 si è addirittura oltre che raddoppiato il ricavato Conai che andrà ripartito e versato ai Comuni per 424.000,00 euro ai quali si aggiungerà la restituzione di Iva per 266.000,00 euro”.

In questo contesto, prendiamo comunque atto delle continue critiche mosse dal Sindaco di Brenta che parla di ‘favoritismi che tendono solo a tenere assieme i numeri della maggioranza’, critiche alle quali non prestiamo il fianco ed alle quali diamo semplice riscontro con dati ufficiali di finanziamento ai Comuni per opere nell’ultimo precedente triennio che di per sé smentiscono tali affermazioni (tot. Contributi erogati 1.901.930,00):

Azzio 150.000,00
Brenta 126.000,00
Casalzuigno 100.000,00
Gavirate 25.000,00
Duno 50.000,00
Veddasca 80.000,00
Agra 6.405,00
Germignaga 55.960,00
Rancio Valcuvia 2.500,00
Gemonio 49.000,00
Castelveccana 18.260,00
Grantola 90.000,00
Cuveglio 27.000,00
Duno 20.000,00
Cuvio 50.000,00
Cittiglio 50.000,00
Brinzio 128.700,00
Laveno Mombello 135.000,00
Orino 50.000,00
Curiglia 20.000,00
Brenta 17.405,00
Brissago Valtravaglia 28.000,00
Cuveglio 36.000,00
Castelveccana 79.000,00
Masciago Primo 28.000,00
Rancio Valcuvia 34.000,00
Tronzano Lago Maggiore 30.000,00
Cassano Valcuvia 64.000,00
Castello Cabiaglio 36.500,00
Cittiglio 72.000,00
Cocquio Trevisago 80.000,00
Gemonio 63.200,00
Maccagno con P/V 100.000,00″.

La Giunta, pertanto, conferma la massima fiducia e solidarietà al Vice Presidente “Pezza” per il lavoro svolto nell’Ente e per le incresciose accuse rivoltegli attraverso il giornale on line Varese News”, conclude la nota.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 ottobre 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore