La casa di riposo chiude: “Si realizza il peggiore degli scenari”

Duro commento del consigliere regionale del PD Alfieri per la fine dell'attività della RSA Albertini Vanda, una fine dovuta "Alla politica arrogante della Lega Nord"

Alessandro Alfieri

«Con la chiusura della Rsa di Agra si realizza il peggiore degli scenari. A pagare gli errori di una politica arrogante della Lega Nord e di un imprenditore troppo sbrigativo alla fine sono gli anziani, le famiglie e i dipendenti».  

Così Alessandro Alfieri, consigliere regionale PD, commenta amaramente alla vigilia della chiusura della Rsa Vanda Albertini.

Lo sgombero dei pazienti è iniziato tra le lacrime dei lavoratori e degli ospiti, trasportati in ambulanza verso nuove destinazioni.

Alfieri nelle ultime settimane si è attivato per provare a cercare una soluzione a una situazione di incertezza che «avrebbe origine in presunti accordi informali non seguiti da atti concreti».

 La superficialità «si è vista però anche in quest’ultimo periodo, quando chi era al taglio del nastro due anni fa è sparito – commenta Alfieri -. Un comportamento grave che rende palese, ancora una volta, come in questi anni di governo regionale a guida Maroni la gestione in campo socio-sanitario abbia troppo spesso risposto più a logiche di potere locale che non alle reali esigenze del territorio».

Tutti i tentativi di raggiungere un accordo sono falliti così la fine definitiva paventata dalla proprietà si concretizzerà nei prossimi giorni.

Anche se praticamente tutti i pazienti hanno trovato una collocazione in altre strutture, grazie all’impegno della direzione della Rsa, resta la preoccupazione per il futuro. «Non posso che ringraziare il direttore Fausto Turci e i dipendenti che non hanno mai fatto mancare il loro impegno – conclude Alfieri –. Il nord della provincia perde un importante servizio e Agra si ritroverà con una struttura al momento senza futuro».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 30 ottobre 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore