Ex Saronno – Seregno, parte la demolizione dei ponti ma la Soprintendenza la blocca

Il colpo di scena è arrivato verso le 14 quando è stato diffuso il fax, inviato dalla soprintendenza archeologia delle arti e paesaggio per “ordinare l’immediata sospensione dei lavori di demolizione”

Parte la demolizione dei ponti ma la soprintendenza la blocca

Gli operai sono arrivati, hanno allestito il cantiere ma dopo qualche ora hanno dovuto rimuovere mezzi e blocchi perchè la Soprintendenza ha disposto, con un fax del responsabile Luca Rinaldi, lo stop dei lavori.

E’ stata davvero una giornata campale per il quartiere a sud del Municipio. E’ iniziata alle 9 con l’arrivo degli operai e di un mezzo per “strappare” i binari. Del resto l’obiettivo del cantiere era la demolizione dei due ponticelli, quello su via Reina e su via Don Monza, primo passo verso lo sbancamento della massicciata dell’ex Saronno Seregno.

Mentre gli operai sistemavano il cantiere e venivano realizzati i primi interventi c’è stata qualche protesta dai residenti e tanti amarcord. Intorno a mezzogiorno il sopralluogo del sindaco Alessandro Fagioli e dell’assessore ai Lavori pubblici Dario Lonardoni. Il colpo di scena è arrivato verso le 14 quando è stato diffuso il fax, inviato all’attenzione del primo cittadino a Ferrovienord (che sta eseguendo i lavori) e ai carabinieri della compagnia cittadina con cui la soprintendenza archeologia delle arti e paesaggio per le province di Como, Lecco, Monza e Brianza Pavia, Sondrio e Varese ha “ordinato l’immediata sospensione dei lavori di demolizione tratta ferroviaria dismessa di proprietà di Ferrovienord”.
Ed effettivamente in meno di un’ora gli operai hanno smontato l’intero cartiere ripristinando l’apertura del ponticello.

Ferrovienord ha inviato una nota per specificare la propria posizione:

Ferrovienord ha avviato le procedure per la demolizione di due ponticelli in mattoni situati sulla tratta dismessa della linea ferroviaria Saronno-Seregno in via F. Reina e in via Don L. Monza, sulla base dei seguenti elementi:

1) I ponticelli sono un bene dismesso.

2) La loro demolizione è stata chiesta dall’Amministrazione comunale a Ferrovienord per risolvere un problema di sicurezza per la circolazione di mezzi e pedoni. I lavori permetteranno infatti l’allargamento della carreggiata stradale e l’eliminazione  definitiva della strettoia che i ponti creano in corrispondenza della ex ferrovia.

3) Le opere rientrano nell’ambito di un progetto su cui il Comune di Saronno ha ottenuto un finanziamento ministeriale.

di
Pubblicato il 06 novembre 2017
Leggi i commenti

Foto

Ex Saronno – Seregno, parte la demolizione dei ponti ma la Soprintendenza la blocca 3 di 6

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore