Indagini sul rogo, «decisivo l’impianto di video sorveglianza»

Così il sindaco Davide Vincenti, tra i primi a giungere supposto questa notte quando le fiamme a stavano divorando le auto. Ora la bonifica dell’area

«Mai come in questo caso si può dire che la video sorveglianza sarà provvidenziale».

Galleria fotografica

Incendio Azzio, le indagini 4 di 10

Il sindaco di Azzio Davide Vincenti non ha dubbi: per risalire alle cause del rogo di questa notte ad Azzio sono al lavoro carabinieri e polizia locale del Medio Verbano, ma il grosso del lavoro lo farà l’impianto posizionato l’anno scorso sulla piazza del Convento e in altre zone sensibili del paese.

Già questa mattina erano al lavoro i tecnici per scaricare le immagini nei pc degli investigatori, da dove emergerà un quadro completo sull’accaduto.

Anche se non vi sono conferme ufficiali, appare molto probabile che la matrice sia di origine dolosa, anche se la certezza verrà data proprio dai fotogrammi.

Le persone che vivono nelle case vicine alla piazza Bodini parlano di un forte botto seguito da altri scoppi. In diversi si sono affacciati e sono stati sentiti dai carabinieri.

«È la prima volta che ad Azzio succede una cosa del genere – spiega il sindaco – . Credo tuttavia che la soluzione del caso sia vicina, vedremo gli sviluppi nelle prossime ore, di più non posso dire».

Le auto ora andranno rimosse dai privati. Spetterà invece al Comune la bonifica dell’area che avverrà attraverso l’intervento una ditta specializzata: oltre ai vetri a terra rimangono i residui della combustione.

A guardare la scena, questa mattina, oltre ai tanti residenti, anche le statue del presepe allestito proprio sulla piazza.

di
Pubblicato il 15 dicembre 2017
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Incendio Azzio, le indagini 4 di 10

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore