Rifiuti e incivili, i Cinque Stelle criticano l’amministrazione

Gli attivisti pentastellati attaccano le scelte fatte dalla maggioranza Mazzucchelli: "Aumentano le tariffe invece di far pagare gli incivili"

«Fate pagare gli incivili, non tutti i cittadini». L’appello viene dal Movimento 5 Stelle di Cairate-Boladello-Peverenza, che boccia la linea scelta dell’amministrazione, accusata di aver aumentato indiscriminatamente le tariffe della raccolta rifiuti.

«Riteniamo che l’Amministrazione Comunale di Cairate abbia l’obbligo di muoversi in maniera molto più concreta ed efficace contro la piaga dell’abbandono di rifiuti, cosa che al contrario attualmente sta svolgendo solo sui mezzi di stampa».

I pentastellati riconoscono l’«ottimo lavoro» garantito dalla Polizia Locale (che ha smascherato diversi “zozzoni” con indagini che hanno richiesto tempo), «che ringraziamo e a cui va la nostra riconoscenza». Contestano invece «le scelte messe in atto dall’Amministrazione»: «non solo si sono fermate ai proclami propagandistici ma, a nostro avviso, hanno avuto risvolti negativi e deleteri sulla collettività».

«Non si può dire che un problema causato da pochi incivili sia in realtà un fenomeno culturale su vasta scala» dicono gli attivisti M5S, criticando l’approccio con cui secondo loro l’amministrazione si è posta nell’ultima assemblea sul tema in paese. «I cittadini di Cairate in questi anni hanno dimostrato molta attenzione ed impegno sulla raccolta differenziata e più in generale nel campo dei rifiuti, raggiungendo buoni risultati in pochi anni e riuscendo a superare il 70% di raccolta differenziata».

Ma le scelte sbagliate? Al di là dell’approccio, il Movimento 5 Stelle Cairate-Boladello-Peverenza se la prende con le scelte sulle tariffe: «riteniamo profondamente sbagliata la scelta effettuata qualche mese fa dall’Amministrazione Comunale di aumentare la Tariffa dei Rifiuti di oltre il 30% sulle utenze domestiche. Questo aumento è stato giustificato come necessario per raccogliere risorse per incrementare ed ampliare il servizio di spazzamento delle strade per la raccolta dei rifiuti buttati dai così detti “incivili”».

»Sicuramente togliere i rifiuti dalle strade è un servizio più che utile, sia sotto l’aspetto del decoro urbano sia perché è comprovato che la presenza di rifiuti agevola ulteriori azioni di abbandono, ma tutto questo poteva e doveva essere fatto diversamente. Come Movimento 5 Stelle riteniamo, invece, che si sarebbe dovuto operare tempo prima, vale a dire da un lato aumentando la prevenzione e l’aspetto informativo e dall’altro andando a raccogliere risorse attraverso un lavoro di tipo sanzionatorio incentivando e spingendo sempre più gli organi di controllo, quali Polizia Locale e Guardie Ecologiche Volontarie, ad intervenire in maniera sistematica sulla piaga dell’abbandono di rifiuti».

«Siamo dispiaciuti nel vedere come l’Amministrazione Comunale abbia deciso di intraprendere la strada più semplice decidendo, come solitamente avviene, di prelevare le risorse dove sono sicure, e cioè dalle tasche dei cittadini cairatesi contribuenti».

di roberto.morandi@varesenews.it
Pubblicato il 16 febbraio 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore