Quantcast

Diamogli un taglio: un incontro sullo “scandalo” della spesa militare italiana

Sabato 17 marzo, alle 19 al Castello dei Missionari Comboniani, un incontro pubblico sui dati del Rapporto MIL€X 2018 sulla spesa militare italiana. Segue, per chi lo desidera, una cena condivisa

Avarie

“Diamogli un taglio” è l’eloquente titolo dell’incontro che si terrà sabato 17 marzo alle 19 al Castello dei Missionari Comboniani, in via delle Missioni 12 a Venegono Superiore.

«Diamo un taglio alla scandalosa spesa militare italiana – spiegano gli organizzatori – che per il 2018 ha raggiunto i 25 miliardi di euro l’anno che significano 64 milioni di euro al giorno o, per essere ancora più chiari, 2,8 milioni di euro l’ora. Si tratta del 1,4% del PIL del paese. Occupiamo l’undicesimo posto nella classifica mondiale per spese militari».

All’incontro, aperto a chiunque sia interessato a questo tema, parteciperanno Giorgio Beretta che fa parte della Rete Italiana Disarmo, dell’Osservatorio MIL€X sulle spese militari italiane ed è il massimo esperto, a livello nazionale, per quanto riguarda il commercio delle armi leggere, e don Fabio Corazzina, sacerdote della diocesi di Brescia, esponente di rilievo a livello nazionale di Pax Christi.

Qui potete leggere e scaricare il Rapporto MIL€X 2018

L’incontro fa parte del cammino GIM (Giovani Impegno Missionario), iniziativa di formazione alla mondialità della famiglia comboniana.

Al termine dell’incontro la possibilità di cena condivisa, un bel momento collettivo in cui ciascuno porta qualcosa da mangiare per sè e per gli altri.

Per maggiori informazioni è possibile contattare Fratel Antonio Soffientini Cell. 371 177 7143 mail: antoniopiquicombo@gmail.com o  Padre Maurizio Balducci Cell. 324 927 4070 mail: mauriziobalducci@hotmail.com

di
Pubblicato il 15 marzo 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore