Una via Crucis “inaugura” l’arrivo della nuova “rizzata”

Il recupero dell’antica rizzata che collega i rioni di Valle Olona e San Fermo è cosa fatta. O almeno quasi, l'antica via pedonale verrà utilizzata per le feste pasquali

San Fermo, quattro passi alla Penasca

Il recupero dell’antica rizzata che collega i rioni di Valle Olona e San Fermo è cosa fatta. O almeno quasi.

Si è chiuso infatti in queste ore il bando di gara – al quale hanno partecipato circa 10 ditte – per la ristrutturazione della salita pedonale di via Aquileia che da Valle Olona arriva alla chiesa dei Santi Fermo e Rustico di san Fermo, affidando alla ditta aggiudicataria i lavori. E quest’ultima dovrà lavorare rispettando il termine ultimo per la conclusione dei lavori, previsto per la fine del mese di maggio, pena la decadenza del finanziamento.

La proposta di intervento per manutenzione straordinaria di questo percorso era stata inserita nel programma elettorale di Galimberti su richiesta dei consiglieri Paolo Cipolat e Luisa Oprandi, dopo che questi ultimi si erano confrontati con i cittadini del quartieri che ne chiedevano il ripristino.

I lavori di preparazione sono già partiti: sulla rizzata, qualche settimana fa è stata fatta una prima pulizia, che ha permesso di verificarne la consistenza e da qui predisporre la documentazione tecnico-economica per il bando di gara. «Da quel giorno diversi cittadini ne hanno già cominciato a fare un uso più sicuro e pulito per recarsi in quel di Valle Olona o diversamente a San Fermo» ha commentato Cipolat.

Venerdì prossimo, in occasione delle funzioni religiose pasquali, con partenza alle 21 dalla Chiesa di Sant’Agostino in Valle Olona dalla rizzata passera la Via Crucis, che arriverà alla Chiesa di Cristo Re in San Fermo.

«E’ una forma di inaugurazione, non spettacolare vista la religiosità della stessa, ma sicuramente da evidenziare come un’altra opera, magari non eclatante come il Progetto Stazioni, che denota l’attenzione dell’Amministrazione Galimberti anche ai Rioni – ha continuato Cipolat –  La riapertura di questo antico sentiero può essere anche vista nell’ambito della riorganizzazione che ha visto accorparsi le numerose Parrocchie cittadine in Comunità Pastorali: in questo caso Biumo – Valle Olona – San Fermo: una forma di re-unione attraverso il recupero dei valori storici e culturali dei nostri predecessori».

Stefania Radman
stefania.radman@varesenews.it

Il web è meraviglioso finchè menti appassionate lo aggiornano di contenuti interessanti, piacevoli, utili. Io, con i miei colleghi di VareseNews, ci provo ogni giorno. Ci sosterrai? 

Pubblicato il 28 Marzo 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.