Ai gazebo della Lega si vota sul futuro governo

In provincia una ventina di punti per votare. Nel pomeriggio l'annuncio di Salvini: "Chiuso l'accordo su nome del premier e squadra di governo"

Generiche

L’esito – a favore – forse era scontato. O forse no. Fatto sta che, dai primissimi dati e rumors, sembrerebbe alta la percentuale di consenso, tra gli elettori leghisti, a favore del “contratto di governo” che porterebbe al governo insieme Lega e Movimento 5 Stelle. Pur in assenza del nome del primo ministro («il nome lo faremo a Mattarella», ha detto Salvini nel pomeriggio di domenica).

In provincia di Varese si è votato in una ventina di località, dalla microscopica Clivio alle piazze delle città maggiori della provincia, passando per Malnate, Samarate, alcune località “roccaforte” della Lega come Venegono. In qualche Comune dal gazebo si è dovuto ripiegare ai seggi allestiti in sezione, perché i tempi di convocazione erano incompatibili con quelli burocratici richiesti dalle autorizzazioni comunali.

Nelle file del Movimento 5 Stelle – che ha votato online sulla piattaforma Russeau – l’accordo ha avuto un plebiscito a favore: circa 42mila voti per il Sì, solo 2500 circa per il No.
E nella Lega? Anche qui i segnali sono tutti a favore della prova di governo, sintetizzata in un “decalogo”di punti programmatici.
Il voto è un po’ a macchia di leopardo. Un dato sulla scelta viene da Cairate, dove il gazebo era allestito in frazione Bolladello – i votanti sono stati 98, «92 favorevoli e 6 contrari» spiega il sindaco Paolo Mazzucchelli, nelle vesti di militante del Carroccio. «Moltissima gente si è fermata per informazioni e non ha votato perché voleva leggere più approfonditamente».

Generiche
Gazebo a Bolladello di Cairate

A Gallarate – dove si votava solo nella storica sede di Cedrate, quindi neppure in centro – son stati circa 110 i votanti. A Saronno sono stati circa 400 i votanti,spiega il segretario Claudio Sala: «Abbiamo fatto una due giorni, anche se poi la maggior parte sono venuti domenica mattina, vista la pioggia del sabato.Non solo elettori della Lega, ma anche di Movimento 5 Stelle e altri partiti, interessati alla intesa e al programma».

Soddisfatti anche a Malnate, dove al mattino è passato il consigliere regionale Emanuele Monti e dove a metà pomeriggio è passato anche il presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana (nella foto sotto): «Grande partecipazione, nonostante ilComune ci abbia incastrato in un punto poco visibile» dice Paola Cassina, capogruppo del Carroccio in consiglio comunale. A Malnate alla fine ha chiuso con 105

Sì e solo 5 No.

Generiche

A Samarate, luogo “storico” del Carroccio (qui iniziò l’avventura di Umberto Bossi) tra sabato pomeriggio e domenica mattina hanno votato in 147. «141 sì e 6 no» spiega il segretario Stefano Bertagnoli. «Rispetto al solito c’è stato un certo movimento» conferma Leonardo Tarantino, sindaco della cittadina e deputato della Lega (al centro nella foto qui sotto).

Generiche

Anche la sezione di Saronno della Lega Nord è scesa in piazza. I favorevoli qui hanno raggiunto il 90% del totale, dando di fatto pieno mandato al nostro Segretario Federale Matteo Salvini nel proseguire in questa direzione.

lega gazebo saronno

di roberto.morandi@varesenews.it
Pubblicato il 20 maggio 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore