In arrivo incentivi per i condomìni che cambiano (in meglio) le caldaie

Approvata dalla Giunta la nuova manovra per interventi di sostituzione di vecchie caldaie condominiali con impianti ad alto risparmio energetico e bassi livelli di emissioni di inquinanti

varie

Il Comune di Varese sta preparando un nuovo bando dedicato all’assegnazione di incentivi per chi decide di sostituire un impianto termico vetusto con uno moderno ed efficiente: è stata infatti approvata dalla Giunta una nuova manovra per interventi di sostituzione di vecchie caldaie condominiali con impianti ad alto risparmio energetico e bassi livelli di emissioni di inquinanti.

La manovra approvata dalla Giunta si inserisce nelle azioni dell’amministrazione per il contenimento dei consumi di energia e dell’inquinamento atmosferico, ed è il secondo bando in materia di efficienza energetica e di risparmio promosso dal Comune di Varese: nel precedente incentivo furono stanziati circa 60 mila euro e 8 condomini, che hanno effettuato la sostituzione della caldaia, hanno già ricevuto il contributo.

«Al primo bando per rendere Varese più efficiente, moderna e meno inquinata abbiamo ricevuto una buona risposta di partecipazione – ha commentato Dino De Simone, assessore all’Ambiente del Comune di Varese – segno che i varesini sono cittadini attenti all’ambiente ma hanno anche capito che investire in efficienza vuol dire anche risparmi in bolletta. Con questo nuovo bando confermiamo la nostra attenzione alle questioni ambientali per essere sempre di più una città sostenibile. Gli interventi di miglioramento dell’efficienza energetica dei nostri edifici sono una priorità a Varese come nel resto di Italia. Rendere un impianto di riscaldamento più efficiente vuol dire aiutare in modo concreto l’ambiente in cui viviamo e migliorare l’aria che respiriamo».

IL BANDO: CHI POTRA’ PARTECIPARE, QUALI SONO GLI INCENTIVI

Anche per il bando che verrà pubblicato nei prossimi giorni gli interventi che potranno avere diritto di accedere all’incentivo sono quelli che verranno effettuatati su edifici di Varese dotati di impianto di riscaldamento centralizzato, installati da almeno 10 anni alla data del 31 dicembre 2017 ed al servizio di almeno 4 unità abitative, a condizione che siano in regola con la manutenzione, la termoregolazione e contabilizzazione del calore.

Gli interventi che entreranno in graduatoria potranno ricevere un contributo fino ad un massimo del 30% delle spese sostenute relative al solo costo del generatore di calore (con esclusione delle spese relative ad impianti accessori, di installazione, di verifiche connesse all’impianto termico e/o di ogni altro onere di natura edilizia o tecnico impiantistica comunque connessa ai lavori di sostituzione dell’impianto termico e/o trasformazione da impianto centralizzato a singolo) e comunque sino un massimo di 6 mila euro. Nello specifico saranno presi in considerazione gli interventi di sostituzione del vecchio generatore a gasolio o metano con modelli ad alto risparmio energetico e bassi livelli di emissioni di inquinanti atmosferici.

 

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 03 Maggio 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.