Blitz all’alba: 300 chili di droga sequestrata. Arresti anche nel Varesotto

Le misure cautelari partite stamattina hanno coinvolto 23 cittadini italiani: 16 di loro ora si trovano in carcere, 6 agli arresti domiciliari e uno ha ricevuto l’obbligo di presentazione

Il blitz dei carabinieri è cominciato all’alba di giovedì 3 maggio con il fermo di 23 persone e il sequestro di oltre 300 chili di droga, insieme a due pistole, due fucili e 8mila euro in contanti.

Si tratta di un’operazione del comando provinciale di Milano su un’inchiesta che accusa gli arrestati, a vario titolo, di cessione di sostanze stupefacenti, ricettazione, porto illegale di armi comuni da sparo, detenzione abusiva di armi e munizioni e intestazione fittizia di beni.

Le misure cautelari partite stamattina hanno coinvolto 23 cittadini italiani: 16 di loro ora si trovano in carcere, 6 agli arresti domiciliari e uno ha ricevuto l’obbligo di presentazione.

L’operazione è molto vasta e coinvolge le province di Milano, Como, Monza e Brianza, Novara, Reggio Emilia, Savona, Torino e Varese.

La pista degli investigatori ha legato le forniture della banda a soggetti di origine calabrese contigui alla ‘Ndrangheta, nonché di hashish e marijuana dalla Spagna e da cittadini nordafricani attivi a Milano e nell’hinterland.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 03 Maggio 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore