Dopo la grandinata la fila dai carrozzieri: “gli italiani sono un’eccellenza in queste riparazioni”

Chicchi grossi come limoni hanno ammaccato carrozzerie e spaccato parabrezza. Gli interventi di riparazione vanno da 500 a 9mila euro e su questi interventi i lavoratori italiani sono i più richiesti all'estero

grandinata

Durante la violenta grandinata di ieri sera lo hanno pensato in molti e tanti lo hanno anche scritto sui social network: domani ci sarà la fila dai carrozzieri. E così è stato.

Questa mattina chi lavora ha già la fila di automobilisti che si stanno informando per gli interventi di riparazione.

L’episodio di mercoledì sera, del resto, è stato violentissimo. Chicchi di grandine grossi come limoni hanno spaccato carrozzerie, lunotti, parabrezza, fanali. Solo per rimanere tra i danni alle automobili.

Inevitabilmente oggi tutti si stanno informando su come ripararle, soprattutto i più previdenti in possesso di un’assicurazione per questo tipo di danni.

Ma come si ripara l’auto dalla grandine? Lo abbiamo chiesto a Roberto Mantiero, carrozziere specializzato e associato Cna Varese, che ci ha svelato subito un particolare: «i carrozzieri italiani sono specializzati in questo tipo di interventi: talmente bravi che quando ci sono grandinate all’estero, Svizzera, Francia, Germania, chiamano le nostre squadre che stanno via dei mesi a lavorare. È proprio una competenza specifica di noi italiani, in questo siamo un’eccellenza».

UNA GRANDINATA STRAORDINARIA
«Questa mattina appena aperti c’era già la fila di clienti per chiedere la riparazione – spiega Mantiero -. Quella di ieri sera è stata una grandinata come non se ne vedevano da 7-8 anni. Ha provocato danni molto gravi alle auto».

COSTI E TEMPI DI RIPARAZIONE
«La valutazione dell’intervento da fare dopo una grandinata come questa è complicata – spiega Mantiero -. Al giorno d’oggi le leghe della componentistica delle auto è diversa in ogni sua parte. Una volta le carrozzerie contenevano molto ferro che le rendeva più malleabili, oggi c’è molto più acciaio che le rende resistenti sia ai danni ma purtroppo anche all’intervento di riparazione. In molti casi i pezzi non possono essere riparati e vanno sostituiti e questo può dilatare tempi e costi. Ci sono auto che si riparano in 2 giorni e altre che richiedono 15 giorni per far arrivare i pezzi, interventi da 500 euro e interventi fino a 7, 8, 9 mila euro a seconda del modello».

GLI ITALIANI SONO I MIGLIORI
«L’intervento migliore è sempre il “levabolle” – spiega il carrozziere -. Si procede a smontare l’auto e fare leva sulle bolle dall’interno della carrozzeria. Quando è possibile farlo è il migliore perché non richiede la riverniciatura. Purtroppo spesso è richiesto un sistema di riparazione misto che implica limatura e riverniciatura che incidono sui costi. In Italia abbiamo della manodopera altamente specializzata che spesso è richiesta all’estero per questo tipo di interventi».

Tomaso Bassani
tomaso.bassani@varesenews.it

Mi piace pensare VareseNews contribuisca ad unire i puntini di quello straordinario racconto collettivo che è la vita della nostra comunità. Se vuoi sentirti parte di tutto questo sostienici.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 31 Maggio 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.