Residenze in musica: sette concerti nelle case di riposo

Aprire le case di riposo alla comunità, ascoltare musica e conoscere nuove realtà. Sono tanti gli obiettivi della rassegna giunta alla quarta edizione

residenze in musica - presentazione

Portare la musica tra quanti soffrono e si sentono soli. Aprire le case di riposo alla comunità con eventi culturali.
È questo il duplice obiettivo che si pone “Residenze in Musica” la rassegna promossa dalla Fondazione Giuseppe e Giuliana Ronzoni di Besozzo che, in quattro anni, è riuscita a coinvolgere altre residenze per anziani così da offrire un circuito che ha ottenuto il sostegno della Fondazione Comunitaria del Varesotto.

La rassegna che prende il via sabato 5 maggio proprio a Besozzo, si articolerà in 7 lezioni-concerto presso le Residenze Sanitario-Assistenziali di Vedano Olona, Casalzuigno, Malnate e Busto Arsizio oltre alla già citata Besozzo.

I concerti, ad ingresso libero, saranno inoltre aperti ai cittadini del territorio che avranno la possibilità di partecipare all’evento culturale, ma soprattutto di entrare in contatto con la realtà di queste strutture che quotidianamente offrono alla comunità servizi di prim’ordine, talvolta poco conosciuti.

Carlo Massironi, segretario generale della Fondazione Comunitaria del Varesotto, ha sottolineato la coerenza del progetto con le finalità della Fondazione Comunitaria del Varesotto e con la sua attività di sostegno alla promozione culturale del territorio.

Alla presentazione della rassegna erano presenti Anna Maria Binda presidente della Fondazione Giuseppe e Giuliana Ronzoni di Besozzo, Antonella De Micheli, direttrice della Fondazione Svizzera “la Residenza” di Malnate, Savio Binaghi, presidente della Fondazione Poretti-Magnani di Vedano Olona, Patrizia Salvemini, direttore della Fondazione Longhi-Pianezza di Casalzuigno.

Per la prima volta, aderisce alla rassegna l’Istituto La Divina Provvidenza di Busto Arsizio per volontà del suo presidente Ambrogio Gobbi rimasto positivamente colpito lo scorso anno dalla manifestazione.

Sostenitori della rassegna sono anche le amministrazioni come hanno dimostrato Silvia Sartorio assessore alla cultura del Comune di Besozzo, Manuela Maffioli assessore alla cultura del Comune di Busto Arsizio, Miriam Arabini assessore alle inclusioni sociali del Comune di Busto Arsizio. Tutti hanno riconosciuto la validità del progetto e hanno spiegato le motivazioni del patrocinio concesso all’iniziativa dai rispettivi Comuni; il patrocinio è stato concesso anche dai Comuni di Casalzuigno, Vedano Olona e Malnate.

Il M° Livia Rigano, direttore artistico e organizzativo, ha ringraziato la Fondazione Comunitaria del Varesotto che è indubbiamente una garanzia di qualità anche per convincere altri numerosi sponsor privati.
I sette contenuti musicali della rassegna vedranno indiscusso protagonista il pianoforte, spesso presentato in esecuzioni a quattro mani ma con programmi variegati; in altre occasioni, questo strumento saprà farsi partner musicale di formazioni inconsuete, come pianoforte, corno e oboe oppure pianoforte, chitarra e voce oppure accompagnerà il misterioso strumento chiamato “melodiosa”.

La varietà dell’offerta musicale della rassegna è stimolante sia in termini geografici (si va dalle Isole Ebridi a Genova, dalla Norvegia all’Asia Centrale, dall’Argentina agli Stati Uniti; nell’anno dei mondiali di calcio, la Russia sarà messa a confronto musicale con Spagna e Francia), sia in termini di espressione artistica: sentiremo “cantare” arie d’opera ed ascolteremo le canzoni di Luigi Tenco e Fabrizio De André, riconosceremo colonne sonore di film e ci lasceremo trascinare da ritmi jazz, senza mai trascurare la musica classica.
Non mancherà un omaggio a Gioacchino Rossini, il grande musicista pesarese, di cui quest’anno corre il 150° anniversario della scomparsa.

Tutti gli interpreti abbineranno esibizioni a racconti legati ai compositori e aneddoti fermandosi a parlare con il pubblico oltre il concerto.

Il primo concerto della rassegna si terrà sabato 5 aprile alle ore 16.30 presso la Fondazione Ronzoni di Besozzo.

Di seguito si riporta il programma completo.

SABATO 5 MAGGIO ore 16.30 – Fondazione Ronzoni – Besozzo
EMANUELE CEDRONE melodiosa – LIVIA RIGANO pianoforte
Musiche di Mozart, Bellini, Donizetti, Verdi e Puccini

DOMENICA 13 MAGGIO ore 16.30 – Fondazione Longhi-Pianezza – Casalzuigno
ALESSANDRA TAGLIERI e ROBERTO GENITONI pianoforte a 4 mani
Musiche di Grieg, Brahms, Dvorak, Borodin e Rubinstein

DOMENICA 10 GIUGNO ore 16.30 – Fondazione Poretti-Magnani – Vedano Olona
SABRINA DENTE e ANNAMARIA GARIBALDI pianoforte a 4 mani
Musiche di Poulenc e Rossini

SABATO 23 GIUGNO ore 15.00 – Fondazione La Provvidenza – Busto Arsizio
WALTER MAMMARELLA e PRESTIPINO pianoforte a 4 mani
Musiche di Debussy, Faurè, Moszkowski e CiaJkovskj

DOMENICA 24 GIUGNO ore 20.00 – Fondazione Ronzoni – Besozzo
GIAN MARCO SOLAROLO oboe – ALFREDO PEDRETTI corno – CRISTINA MONTI pianoforte
Musiche tra parole e immagini

MERCOLEDI’ 1 AGOSTO ore 17.30 – La Residenza – Malnate
ORNELLA GOBBI e GABRIELE TOIA pianoforte a 4 mani
Saint-Saens, piazzolla, Porte, Gershwin e Ellington

SABATO 13 OTTOBRE ore 17.30 – La Residenza – Malnate
ELENA BUTTIERO pianoforte – FERDINANDO MOLTENI chitarra e voce
Canzoni e parole per raccontare la storia della breve amicizia tra due leggendari artisti italiani: Luigi Tenco e Fabrizio De Andrè. Sullo sfondo, una città misteriosa: Genova. La “loro” città.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 02 maggio 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore