Seicento “giovani pensatori” al Festival della Filosofia

Progetti di didattica filosofica realizzati durante tutto l’anno sul tema Storia, scienza e filosofia, sono stati presentati durante la IX edizione del Festival

Giovani pensatori

Una marea di cappellini verdi ha invaso, tra ieri e oggi, l’aula magna dell’Università degli Studi dell’Insubria: seicento bambini e ragazzi delle scuole di Varese e Provincia hanno infatti partecipato alla IX° edizione del Festival della filosofia: gran finale del Progetto Giovani Pensatori.

I piccoli filosofi hanno portato sul palco di via Ravasi i progetti di didattica filosofica realizzati durante tutto l’anno in classe sul tema Storia, scienza e filosofia, dietro la supervisione attenta dei loro insegnanti e con la regia dei professori Fabio Minazzi, direttore delCentro Internazionale Insubrico Cattaneo Preti dell’Università degli Studi dell’Insubria, e Marina Lazzari, responsabile del Progetto.

C’è chi ha discettato sul significato della parola amicizia, chi ha recitato, chi ha disegnato, chi ha scritto pensieri e formulato riflessioni sulla bellezza e sulla natura, chi ha proposto un intervento su Galileo e la scienza. Alla prima giornata del Festival, dedicata ai Giovanissimi Pensatori, curata dalla professoressa Veronica Ponzellini, hanno preso parte i bambini delle Scuole primarie di Buguggiate, Gavirate, Oltrona al lago, Velate, Voltorre, e della Scuola primaria G. Bosco di Varese.

La seconda giornata del Festival è stata aperta dalla performance musical-filosofica, con adattamento ad hoc dei testi delle canzoni contemporanee, a cura dei ragazzi del Liceo Scientifico Statale “G. Ferraris”, scuola capofila del progetto. L’Archivio storico del territorio dei laghi varesini del Centro Internazionale Insubrico è stato al centro delle ricerche degli studenti dell’ISISS “Daverio-Casula” di Varese, e della Scuola Secondaria di Primo Grado “A.T. Maroni” di Varese. Il laboratorio filosofico del Liceo Statale “Vittorio Sereni” di Luino, la performance sul tormentato cammino di Galileo Galilei del Liceo Linguistico Statale “A. Manzoni” di Varese e la rappresentazione teatrale dedicata alla  poesia della scienza da parte del Laboratorio teatrale del Liceo “Ferraris”, hanno concluso la giornata, che ha visto anche la partecipazione dei Giovanissimi pensatori diversamente abili dell’Istituto Comprensivo “Pellico” Varese 2, e la presentazione dei quattro percorsi di alternanza scuola-lavoro, a cura del Laboratorio Legalità come prassi, coordinato dalla professoressa Stefania Barile, curatrice anche del Laboratorio artistico-filosofico che ha portato alla realizzazione della rappresentazione teatrale Desideria: il coraggio di sfidare la storia, inscenata dagli studenti della Scuola “Maroni” al Teatro Santuccio.

La Proclamazione dei vincitori del Progetto concorso Web-care tra valori e limiti da Lettera a una professoressa alle elaborazioni digitali è in programma venerdì 25 maggio 2018, alle ore 14,30, nella Sala Conferenze dell’Istituto De Filippi a Varese.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 11 maggio 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore