Che sport fai? Scherma storica con l’armatura

In provincia di Varese c’è una palestra dove si respira aria di Medioevo. Non per la struttura o per l’architettura, ma per l’arte che viene insegnata

Scherma storica a Fagnano Olona

In provincia di Varese c’è una palestra dove si respira aria di Medioevo. Non per la struttura o per l’architettura, ma per l’arte che viene insegnata.

Galleria fotografica

Scherma storica a Fagnano Olona 4 di 5

Siamo a Fagnano Olona, nella palestra comunale delle Scuole Orrù, in via Pasubio 10. Qui si allenano i maestri della “Sala d’Arme I Magli d’Acciaio”, Associazione Sportiva Dilettantistica che ha per scopo lo studio e l’insegnamento della scherma storica in armatura.

«Come tutte le belle storie, anche la nostra nasce sorseggiando della buona birra intorno a un fuoco – raccontano i fondatori dell’associazione -. Eravamo cinque amici appassionati di storia e di lotta. Un giorno, il più folle di tutti ebbe l’idea di fondare una palestra dove poter combattere in un modo mai visto prima, usando spade e armature vere. “Nessuno di noi è maestro in quest’arte, ma insieme potremo sperimentare le tecniche tramandateci dagli antichi Maestri e spingerci là dove nessuno è mai andato”. Il gruppetto annuì soddisfatto; il progetto era ardito e presentava non pochi lati oscuri, ma proprio questo senso di “nuovo” e di “inesplorato” eccitava gli animi di tutti. E fu così che in quella fresca sera di giugno di cinque anni or sono, partì la nostra avventura».

Un’arte antica, tramandata dagli antichi Maestri mediante trattati di combattimento: «La nostra Sala d’Arme si occupa dell’insegnamento della Scherma Storica partendo dallo studio di alcuni trattati del XV secolo, come il Flos Duellatorum del Maestro Fiore dei Liberi o il De Arte Gladiatoria Dimicandi di Filippo Vadi, integrati con la sperimentazione di tecniche di combattimento rintracciabili in altre fonti scritte e iconografiche coeve – spiegano i membri dell’associazione del presidente Benedetto Venco -. Tale corso non è finalizzato unicamente all’insegnamento di tecniche di combattimento da utilizzare in ambito sportivo, ma è rivolto anche a tutti coloro che intendono avvicinarsi al mondo della rievocazione storica. L’associazione tende infatti a contestualizzare gli insegnamenti che vengono trasmessi in palestra facendo adoperare agli allievi armi e armature il più possibili aderenti alla realtà del periodo e istruendoli per partecipare a varie tipologie di tornei come i classici confronti individuale a punti, il bagordo italiano 5 contro 5 o vere e proprie battaglie, in modo tale che essi possano cogliere appieno il senso di questa disciplina marziale».

Non solo palestra, però. Infatti un altro degli obiettivi dell’associazione “Sala d’Arme I Magli d’Acciaio” è quello di valorizzare il patrimonio artistico e culturale locale attraverso la realizzazione di eventi e spettacoli, allestimenti museali, mostre, rievocazioni e laboratori didattici: «Il nostro progetto vorrebbe ricostruire la vita civile e militare di una guarnigione di soldati della seconda metà del XV secolo stanziata nel castello di Fagnano Olona, un piccolo borgo dell’antico ducato sforzesco. Da un lato vorremmo ricreare l’ambiente idoneo per la realizzazione di tornei in armatura e, dall’altro, valorizzare il patrimonio artistico e culturale locale».

La sede dell’associazione “Sala d’Arme I Magli d’Acciaio” si trova a Fagnano Olona, in via Per Busto Arsizio 28. Gli allenamenti si svolgono nella palestra comunale delle Scuole Orrù, in via Pasubio 10 a Fagnano Olona, tutti i martedì e i venerdì dalle 21 alle 23.

Per informazioni www.maglidacciaio.it, maglidiacciaio.it, 3396277608.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 10 maggio 2018
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Scherma storica a Fagnano Olona 4 di 5

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore