Associazioni e volontari, dalla Regione 3,2 milioni di euro per progetti su cultura, sociale e legalità

Le progettualità potranno essere presentate da organizzazioni di volontariato o associazioni di promozione sociale in base all'accordo di programma sottoscritto tra il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e la Regione Lombardia

collaborazione

“Sono disponibili 3,2 milioni di euro per le organizzazioni di volontariato e le associazioni di promozione sociale finalizzati allo svolgimento di attività ed iniziative”. Lo ha affermato l’assessore regionale alle politiche sociali, abitative e disabilità, spiegando come con la delibera approvata lunedì 18 giugno dalla Giunta regionale siano stati stabiliti i criteri generali di presentazione dei progetti, che dovranno avere rilevanza locale.

Le progettualità potranno essere presentate da organizzazioni di volontariato o associazioni di promozione sociale in base all’accordo di programma sottoscritto tra il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e la Regione Lombardia lo scorso 27 dicembre.

Il costo massimo del progetto potrà ammontare a € 75.000 e non essere inferiore a € 25.000. Il contributo richiesto non dovrà essere superiore al 70% del costo del progetto. A breve sarà costituito un Nucleo di Valutazione che esaminerà le proposte presentate. Le attività dovranno iniziare entro il 30 settembre 2018 e terminare entro il 30 settembre 2019.

“Si tratta di un provvedimento molto atteso dal territorio e dal terzo settore – ha sottolineato l’assessore – Abbiamo mantenuto l’impegno preso con i cittadini, la dotazione finanziaria complessiva è rimasta sostanzialmente invariata. L’anno scorso sono stati approvati 79 progetti finalizzati alla promozione della cultura del volontariato, alla costruzione di nuove reti, all’attivazione di percorsi di coesione sociale, a laboratori di cittadinanza”.

DESTINATARI
Reti di associazioni di volontariato e/o promozione sociale iscritte ai Registri regionali e composte almeno da 4 soggetti

AREE DI INTERVENTO
Queste le aree di intervento:
Cultura del volontariato
Inclusione sociale
Contrasto a condizioni di fragilità
Sviluppo della cittadinanza attiva e della legalità
Accompagnamento al lavoro
Contrasto alle solitudini involontarie, welfare generativo di comunità e sviluppo delle reti associative.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 giugno 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore