Caielli: “L’inno non era fascista, ho frainteso e chiedo scusa”

Il consigliere comunale chiede scusa dopo le accuse sorte dopo la cerimonia del 2 giugno contro la maggioranza

giacomo caielli

Riceviamo e pubblichiamo 

Chiedo sinceramente scusa al Sig. Sindaco di Ternate Enzo Grieco, a tutti i consiglieri di maggioranza della lista “Vivi Ternate” e all’intera cittadinanza ternatese per il brutto e indesiderato malinteso che potrebbe avere generato il mio intervento presso gli organi di stampa di ieri, 2 giugno 2018.

Non era mia intenzione insinuare che Grieco oppure la maggioranza di “Vivi Ternate” fossero fascisti. Anzi, quando il Sig. Sindaco Grieco e i consiglieri di maggioranza hanno rivendicato l’antifascismo come loro valore, sono certissimo della loro sincerità.

Sono certo della totale buona fede dei Consiglieri Villa e D’Andolfi nella scelta dei brani da suonare in occasione della celebrazione del 2 giugno 2018. Ragionandoci “ex post” a mente fredda, è molto probabile che io abbia frainteso un brano musicale eseguito. La politica, purtroppo, per quanto sia una nobile arte, spesso porta a volere pensare male anche là dove non ci sarebbe probabilmente assolutamente niente di negativo. Riconosco e ammetto il mio molto probabile errore, il che mi sembra che sia la cosa più importante.

Faccio inoltre anche autocritica per l’inopportuna condotta tenuta in occasione di questo 2 giugno 2018 a Ternate. In effetti, come giustamente detto dal Sindaco Enzo Grieco, è stata una bellissima giornata ricca di molti bei momenti da condividere tutti insieme. La mia idea è stata una mia brutta caduta di stile, e non mi ha certo fatto onore in questo contesto.

Al Sig. Sindaco Enzo Grieco e ai consiglieri di maggioranza della lista “Vivi Ternate” voglio inoltre dire che io non ho nemici. Ho al massimo due o tre avversari politici. Posso magari avere condotto il dibattito politico locale con toni un po’ accesi, magari talvolta con eccessiva sincerità, ma sempre e solo attaccando la proposta politica o le scelte, e mai con l’intenzione di mettere in cattiva luce le persone.

Per il resto, non ho niente di personale contro il Sindaco Enzo Grieco e i suoi collaboratori.

Cordiali saluti, Giacomo Caielli
Consigliere comunale a Varano Borghi
Segretario PD Varano Borghi – Ternate

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 03 giugno 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore