Rilancio Trenord, Fontana al tavolo coi sindacati

Il presidente di Regione Lombardia ha esposto ai rappresentanti di Cgil Cisl, Uil e Orsa ferrovie Lombardia il piano sul futuro di Trenord, che passerà definitivamente sotto la gestione di Fnm

Malpensa Express  stazione Saronno

Dopo il “divorzio” tra Ferrovie dello Stato e Trenord il presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana ha invitato i sindacati a un incontro per discutere sul rilancio della società di trasporti lombarda.

Al tavolo del palazzo di Regione Lombardia hanno preso parte anche l’assessore regionale al bilancio, finanza e semplificazione Davide Caparini, l’assessore a infrastrutture, trasporti e mobilità sostenibile Claudia Terzi, il presidente di Ferrovie Nord Milano Andrea Gibelli, il membro del consiglio di amministrazione Giuseppe Bonomi ed i rappresentanti delle sigle
sindacali Cgil, Cisl, Uil e Orsa ferrovie Lombardia.

«In questo confronto interessante e proficuo su un progetto che è complesso – ha affermato il presidente Fontana – ho illustrato ai sindacati la mia idea di futuro del trasporto su ferro, al fine di soddisfare le migliaia di pendolari lombardi e favorire un serio miglioramento del servizio, oltre che valorizzare gli oltre 4.000 dipendenti».

«La divisione con Trenitalia – ha aggiunto – dovrà portare ad una sana concorrenza virtuosa e attirerà nuovi investimenti, per avere sia linee più efficienti che treni moderni, dal momento che Regione Lombardia detterà anche i parametri per l’età idonea della flotta».

«Il nuovo sistema delle reti – ha concluso Fontana – dovrà favorire la specializzazione e l’efficienza della singola impresa ferroviaria. Guardiamo al modello parigino della Rete espressa regionale e l’auspicio è di concretizzare l’operazione entro la fine dell’anno».

Durante l’incontro si è parlato anche di come verrà gestito il passaggio in ogni sua parte. Innanzitutto si procederà entro il 30 luglio a sottoscrivere un accordo per definire dettagliatamente tutte le fasi del rilancio. Il piano prevede l’attivazione di tre gruppi di lavoro, il primo provvederà a dividere l’area di competenza delle varie attività, il secondo affronterà il percorso giuridico, il terzo detterà le condizioni dei futuri contratti di servizio.

Si provvederà poi al cambio dell’amministrazione di Trenord, con la scelta di un nuovo amministratore delegato così come di un nuovo management. Successivamente l’azienda Trenord passerà totalmente sotto il controllo di Ferrovie Nord Milano, mentre subito dopo prenderà il via la trattativa sindacale. Verrà poi ceduto parte dell’attuale contratto di servizio
a Trenitalia e immediatamente sarà inviata una preinformativa alla Unione Europea per l’affidamento diretto ai soggetti con contratti di servizio della durata di 10 più 5 anni. Infine verranno elaborati i nuovi contratti di servizio.

Secondo quanto ha affermato il presidente Attilio Fontana, la sua intenzione è quella di organizzare incontri del genere molto più frequentemente, trasformandole in riunioni permanenti per garantire una maggiore collaborazione e un dialogo alla pari tra le parti.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Pubblicato il 20 Luglio 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.