Diecimila euro per aiutare gli artigiani messi in ginocchio dal terremoto

La cifra raccolta con l'organizzazione di alcune iniziative, è stata consegnata nei giorni scorsi ai lavoratori di Visso

Artigiani Visso

Diecimila euro a cinque artigiani che il terremoto dell’ottobre del 2016 ha messo in ginocchio. È quanto è stato consegnato all’inizio di agosto durante una cerimonia a Visso, in occasione del secondo appuntamento dell’evento Aperigusto Speciale RisorgiMarche.

La cifra, divisa tra i cinque artigiani, è stata consegnata da Bruno Chiodi, titolare della Sommesi Petroli; è stata sua l’idea di organizzare eventi a Somma Lombardo per raccogliere denaro per aiutare le popolazioni colpite dal terremoto. Non soldi da consegnare al primo cittadino di un paese distrutto, come è stato fatto in quasi tutte le altre occasioni, ma da affidare alle mani di artigiani la cui attività è stata messa a dura prova dal sisma. 
E così l ’importo di 10.000 euro è stato suddiviso tra Cappa di Cappa Antonio snc, Calabrò Carni di Calabrò Giorgio, Giannotti Paolo e Marina snc, Panificio Cappa Antonio di Cappa Patrizia e Arte Bianca snc di Albani Lina.

Il successo dell’iniziativa porta la firma, oltre che di Bruno Chiodi, dello Sci Club Assi di Somma Lombardo, della Pro Loco di Casorate Sempione e di Banca Mediolanum che hanno collaborato alla organizzazione di uno spettacolo teatrale a scopo, appunto benefico.
«La cifra che abbiamo donato non è alta – commenta il presidente dello Sci Club Assi Somma, Renzo Bertolini – ma abbiamo voluto dare un segnale forte: vicinanza a chi si trova in difficoltà, testimoniata con un atto concreto. È stato molto bello poi vedere la solidarietà tra gli artigiani: uno di quelli che era stato scelto dalla Confartigianato di Visso ha donato la sua parte ad un “collega” più sfortunato di lui. Speriamo riescano a risollevarsi».

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 30 agosto 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore