La funicolare di Varese diventa una linea di trasporto a tutti gli effetti

Dalle origini l'impianto che sale al Sacro Monte non era inserita nella rete del Trasporto Pubblico Locale sovvenzionato. Il passo avanti è previsto dal programma del Bacino Varese-Como-Lecco, approvato oggi

La funicolare del Sacro Monte di Varese diventa una linea di trasporto pubblico a tutti gli effetti.
È una notizia importante, che si legge nelle pieghe del programma di bacino dell’Agenzia per il Trasporto pubblico locale di Como, Lecco e Varese., approvato oggi dalla giunta di Regione Lombardia. Si tratta della nuova autorità dei trasporti a cui faranno riferimento i diversi servizi di trasporto urbano ed extraurbano.

«Un ulteriore passo avanti nell’attuazione della riforma del trasporto pubblico in Lombardia, che prevede, con l’affidamento della nuova gara nella seconda parte del 2019, l’introduzione del titolo di viaggio unico così da utilizzare diversi mezzi con un solo biglietto» commenta l’assessore alle infrastrutture e trasporti Claudia Terzi.

«Il programma interessa il complesso della rete dei servizi urbani ed extraurbani, comprese le 7 funicolari e funivie di trasporto pubblico che si trovano sul territorio. La funicolare del Sacro Monte di Varese è stata inserita tra gli impianti di Tpl e sarà quindi programmata in modo coordinato con il resto della rete». Come detto è un passo avanti importante: all’atto della riapertura nel 2000 la funicolare era stata rimessa in movimento senza inserirla nella rete del Trasporto Pubblico Locale (quello che è co-finanziato dalla Regione) e questo ha sempre limitato l’effettivo servizio, le cui modalità non a caso vengono comunicate di volta in volta.

Il piano prevede poi l’individuazione di sette linee RLink, linee di autobus a qualità potenziata su percorsi fissi ad elevata domanda di trasporto, su cui sarà predisposta un’offerta cadenzata e coordinata con i treni: una di queste dovrà essere attivata entro giugno 2020.

«Prevista anche una particolare attenzione all’integrazione con i servizi della navigazione sui laghi, oltre alla promozione dei servizi del Tpl per l’utenza turistica, ripristinando corse festive e offerte utili alla valorizzazione del territorio. – ha dichiarato Terzi – Ai fini dell’approvazione del programma, la Giunta regionale ha chiesto all’Agenzia di Tpl di garantire un efficace interscambio tra le linee bus e le stazioni ferroviarie, in particolare a Varese. E ha chiesto di esplicitare le modalità di servizio che si intendono attivare per le aree a domanda debole, ovvero per le piccole realtà. Dovranno anche essere migliorate le informazioni ai cittadini. Ricordo inoltre – ha concluso Terzi – che poche settimane fa come Regione abbiamo approvato uno stanziamento di 2,7 milioni di euro per l’acquisto di nuovi autobus destinato ai territori di Como, Lecco e Varese».

Roberto Morandi
roberto.morandi@varesenews.it

Fare giornalismo vuol dire raccontare i fatti, avere il coraggio di interpretarli, a volte anche cercare nel passato le radici di ciò che viviamo. È quello che provo a fare a VareseNews.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 06 Agosto 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.