Sentieri, paesaggi e antiche miniere: nuovi progetti per il sito Unesco del Monte San Giorgio

I primi interventi riguarderanno il miglioramento del sentiero e del sito di Rio Ponticelli, la realizzazione di un sentiero accessibile per i disabili e la sistemazione dell'area esterna della miniera delle Piodelle

Nuovi investimenti e importanti progetti per la valorizzazione della parte italiana del sito Unesco del Monte San Giorgio sono stati presentati questa mattina a Besano dal sindaco Leslie Mulas, dal presidente della Comunità Montana del Piambello Maurizio Mozzanica e dal site manager del sito Unesco Paolo Sartorio. All’incontro ha partecipato anche il consigliere regionale della Lista Fontana Giacomo Cosentino che ha ribadito l’interesse della Regione alla valorizzazione di questo importante patrimonio naturale e storico.

Il primo intervento riguarderà l’area del Rio Ponticelli, una località di notevole interesse sia dal punto di vista naturalistico e paesaggistico, sia per il suo valore storico, dal momento che proprio qui iniziarono le prime campagne di scavi sotto la direzione dell’Abate Stoppani.

Grazie ad uno studio avviato un anno e mezzo fa dall’ing. Alessandro Nicoloso commissionato dal Comune di Besano e presentato dalla Comunità Montana del Piambello, il progetto è risultato vincitore di un bando regionale rivolto alle aree Unesco arrivando ad ottenere un contributo di 112.000 euro, secondo tra i siti Unesco lombardi per finanziamento.

Tra risorse proprie del Comune e della Comunità Montana e finanziamenti tramite bandi, è a disposizione una somma di quasi 400.000 euro che saranno investiti per la fruibilità e valorizzazione di tutta l’area.

Il progetto prevede un intervento di sistemazione e valorizzazione del tratto del sentiero Paleontologico che parte dall’abitato di Besano e arriva fino al Rio Ponticelli per poi raggiungere località Selvabella e la vecchia miniera delle Piodelle.

Oltre alla sistemazione del sentiero con il recupero degli antichi muretti a secco verranno realizzati punti di sosta in tratti particolarmente interessanti del percorso dove si possano organizzare anche eventi musicali, culturali ed artistici.

In un punto pianeggiante in prossimità del Rio Ponticelli, verrà realizzato un breve percorso ad anello accessibile ai disabili. Qui, con un intervento selvicolturale mirato anche a migliorare il bosco, verrà “aperta” la cortina di piante che nasconde la bellissima vista sul fondovalle e sul Ceresio.

Anche il piccolo ma prezioso corso d’acqua che dà il nome alla località verrà sottoposto ad un “trattamento di bellezza“: si interverrà per pulire la vegetazione caduta nel torrente e per rendere più profonde le pozze che si alternano alle piccole cascatelle, rendendo così Rio Ponticelli più bello per i visitatori ma anche più ricco per l’ecosistema acquatico.

L’intervento proseguirà con la sistemazione della parte esterna della miniera delle Piodelle, punto di arrivo del primo lotto di intervento.

Qui sarà valorizzato un punto molto particolare, dove nel tempo l’accumulo dei i materiali di scarto estratti dalle miniera ha creato una sorta di balcone che si affaccia sulla valle e sul lago, un punto panoramico davvero unico.

L’obiettivo, in un futuro non molto lontano, è quello di arrivare anche al recupero e alla valorizzazione della parte interna della miniera, per renderla accessibile in sicurezza.

di mariangela.gerletti@varesenews.it
Pubblicato il 03 agosto 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore