“La Tre Valli è una grande occasione per far vedere quanto è bella Casciago”

Panoramica sui lavori in programma nel Comune di Casciago dalle asfaltature ai nuovi marciapiedi. Con un occhio di riguardo al passaggio della corsa ciclistica: "Una vetrina nazionale per tutti"

Casciago

«La Tre Valli è un’occasione da non perdere per far vedere a tutta Italia quanto è bello il nostro paese». A dirlo, anticipando polemiche per i possibili disagi causati dalla 98esima edizione della corsa ciclistica targata Società Ciclistica Binda è il sindaco di Casciago, Andrea Zanotti.

«È la prima volta che la gara passa di qui, due giri a fine corsa che ci garantiranno la diretta nazionale e quindi l’occhio di migliaia di spettatori sul nostro territorio: i ciclisti passeranno da Morosolo, da Sant’Eusebio e poi dal Palazzo Comunale, per due volte – spiega il sindaco casciaghese -. È un’occasione, abbiamo cercato di coinvolgere le realtà associative del comune per pensare a qualcosa che possa rendere ancora più bello e appetibile, ma credo che anche i singoli cittadini possano fare qualcosa».

«A Casciago abbiamo in programma vari interventi per rendere il paese più bello e più sicuro – prosegue Zanotti -. Non è più il momento di pensare alle grandi opere, ma noi abbiamo un’idea complessiva che è ben impressa nei progetti messi nero su bianco fin dal 1995, quando ci fu la prima amministrazione Brovedani (attuale assessore ai Lavori Pubblici), ribadite quando fui sindaco io dal 2004 al 2009. Progetti rimasti nel cassetto nei 5 anni di amministrazione 2009/2014. Abbiamo 350 mila euro stanziati per la realizzazione del marciapiede da Sant’Eusebio al parco della Pinetina, utile per chi deve andare al campo sportivo di via Piave e per percorrere in sicurezza quella zona: se ne parla nell’anno nuovo. Ci sono poi 160 mila euro per la manutenzione straordinaria delle strade nel 2018 (i lavori programmati partiranno nei prossimi giorni) e altri 100 mila nel 2019. Sono gocce nel mare, lo sappiamo. Ne servirebbero molti di più, circa 600 mila, per riasfaltare le strade che necessitano interventi, distribuite su 12900 metri quadrati di viabilità secondaria e 9900 metri quadrati di viabilità primaria: questa sarebbe una grande opera, ma non possiamo permetterci di affrontare una spesa simile in un’unica soluzione, per cui spezzettiamo gli interventi, tamponando come possibile e secondo le possibilità che ci danno il patto di stabilità e le risorse del bilancio comunale. C’è poi il piano per allargare i cimiteri di Casciago e Morosolo, per cui abbiamo fatto fare lo studio : non riusciremo a farlo entro la fine del mandato, ma abbiamo posto le basi per farlo. Ripeto, i progetti e un’idea di paese l’abbiamo, da anni: siamo soddisfatti di poter lasciare un Comune dove si possa camminare in sicurezza, con l’illuminazione dove serve, parcheggi e aree verdi, piccoli passi, ma almeno guardiamo avanti».

 

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 settembre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da FILZETTA

    Tra i programmi dell’Amministrazione Zanotti non si parla minimamente di pensare anche alla video sorveglianza (presente in larga scala nei paesi confinanti) mediante la posa di telecamere, almeno nei punti più sensibili del territorio comunale.
    Penso che la sicurezza dei cittadini debba essere tutelata in primis, poi le grandi opere a seguire.
    Cordiali saluti
    Luigi Gandini

Segnala Errore