Nuovi giochi per oltre 300mila euro nei parchi di Varese

Nuovi giochi in due parchi su tre e sistemate le attrezzature di tutte le altre aree gioco. Otto di queste diventano inclusive, anche grazie alla partecipazione dei cittadini

giochi nuovi

Manca una sola torre con scivolo, quella da installare a Parco Pirelli a Biumo Inferiore. Ma per il resto si è concluso con la fine dell’estate il progetto di riqualificazione delle aree gioco dedicate ai bambini e ai ragazzi di Varese per un ammontare di quasi 400 mila euro, d cui oltre 300mila sono stati spesi per l’acquisto di nuovi giochi.
Il progetto è partito due anni fa con sopralluoghi dettagliati in tutti i 34 giardinetti attrezzati con giochi per bambini sparsi tra ville pubbliche e aree verdi del Comune di Varese, cui si aggiungono una manciata di spazi con campetti polifunzionali per i più grandicelli: bambini in età scolare e ragazzi. Per ciascun sito sono stati esaminati e valutati i giochi, segnalate le riparazioni da fare, le attrezzature da buttare e proposti eventuali giochi da inserire. Con l’obiettivo di rendere più fruibili e inclusivi possibile gli spazi dedicati ai bambini e alle loro famiglie.

Galleria fotografica

Nuovi giochi a Varese 4 di 8

8 PARCHI INCLUSIVI
Dopo l’inaugurazione lo scorso anno della nuova area giochi del Parco della Guaralda di Giubiano, la prima della città giardino ad avere giochi accessibili anche ai disabili, durante la bella stagione sono stati installati altri sette giochi, in altrettanti giardinetti della città, utilizzabili anche da bambini con difficoltà psicomotorie. Si tratta di altalene doppie di cui una con seduta a forma di orso, con cinture di sicurezza utili sia ai disabili sia ai bimbi piccoli che hanno comunque bisogno di essere più contenuti per andare in altalena in sicurezza (in via Appiani dietro al Palaghiaccio, in via Pergine a San Fermo e in via Proserpio, una laterale di via Crispi). Altri giochi inclusivi, perché adatti a tutti i bambini sono le altalene a cesto installate al parco Zanzi alla Schiranna, nella nuova area giochi davanti alla palestra di Merano a Valle Olona, al parco Molina di via Brunico e nell’area verde di fronte a piazza De Salvo, alle Bustecche. Da usare da soli o anche in compagnia.

20 GIARDINETTI CON GIOCHI NUOVI
In oltre la metà delle aree gioco di Varese sono stati installati dei giochi nuovi tra altalene, arrampicate, castelli con scivolo e carrucole (due, al parco Mantegazza di Masnago e in via Pergine a San Fermo). Tutti con pavimentazione antitrauma realizzata con ghiaietto fine (sassolini con diametro compreso tra 0,2 e o,6 cm, come previsto dalla normativa), più economico rispetto ai quadrotti sintetici.
“La spesa maggiore è andata al proprio al rione di San Fermo, e in generale alle aree gioco dei quartieri, a testimonianza dell’attenzione che rivolgiamo a tutta la città, senza trascurare le zone più periferiche”, afferma l’assessore alla partita Dino De Simone. Soddisfatto per il percorso svolto sin qui, ma non appagato perché questo rinnovo sia il punto di partenza per nuove progettualità.

PARCHI GIOCO BENE COMUNE
Almeno due delle riqualificazioni che hanno riguardato le aree gioco sono nate dal confronto diretto con  cittadini: è successo per il giardinetto dell’area Cagna a Biumo Inferiore e anche a Bobbiate, dove un gruppo di cittadini ha chiesto di spostare nell’area verde di piazza Bossi la zona dedicata ai giochi, più ampia, aperta e più facilmente raggiungibile, con l’istallazione di giochi nuovi. Mentre in Villa Mylius potrebbe nascere una nuova area giochi inclusiva, ad alveare, grazie all’iniziativa di alcune associazioni.
“L’idea è quella di mantenere sempre aperta la collaborazione con i cittadini sulle aree gioco della città – spiega De Simone – partiamo con l’ascolto delle necessità e delle proposte, ne valutiamo la fattibilità e quindi realizziamo. Ma vorremmo che il rapporto non finisse qui – aggiunge – vorremmo che i cittadini continuassero a prendersi cura delle aree gioco rinnovate, non solo con eventuali segnalazioni anche stipulando Patti per il Bene Comune, secondo il nuovo regolamento”. Ad esempio per monitorare la pulizia, o aprire e chiudere i cancelli e scongiurare usi impropri che danneggiano le strutture o veri e propri atti vandalici.

 

di
Pubblicato il 27 settembre 2018
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Nuovi giochi a Varese 4 di 8

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore