Per “riempire” il Lago Maggiore servirebbe tutta l’acqua del lago di Varese

Nonostante le abbondanti piogge di questi giorni, rispetto alla media del periodo nel Lago Maggiore mancano più di 160 miliardi di litri d'acqua

Monvalle - Lago Maggiore in secca

Non può certo bastare un temporale per tamponare una stagione di siccità. Nonostante l’enorme quantità di acqua che si è riversata nel bacino con i temporali di questi giorni la situazione per il Lago Maggiore è infatti ancora critica (foto Giancarlo Tiranti).

Galleria fotografica

Monvalle - Lago Maggiore in secca 4 di 10

Il livello del Verbano rimane abbondantemente sotto la soglia dello 0 idrometrico: meno 14,8 centimetri è il dato rilevato domenica alle 14, un valore molto al di sotto quello consueto del periodo. La media registrata per questi giorni dal 1942 ad oggi fissa il livello a 54 centimetri sopra lo zero, dunque il lago oggi dovrebbe essere 80 centimetri più in su rispetto a quanto non sia.

Certo è che l’acqua degli ultimi giorni ha aiutato innalzando il livello di una decina di centimetri, ma questo non deve far pensare che l’emergenza idrica si sia superata. Se infatti fa impressione pensare che nel lago siano transitati oltre 23 miliardi di litri di acqua in poche ore è solo perché stiamo parlando di un bacino davvero enorme. Ogni centimetro del Verbano contiene infatti 2 miliardi di litri d’acqua e dunque per colmare la differenza tra quella che c’è oggi e il livello medio di questo periodo servirebbero almeno altri 160 miliardi di litri. Una quantità che è difficile anche da immaginare, equivale più o meno a quella contenuta in 60mila piscine olimpioniche (ognuna contiene in media 2,5 milioni di litri, ndr) oppure, per rendere meglio l’idea, corrisponde a tutta l’acqua che è contenuta nel lago di Varese.

di marco.corso@varesenews.it
Pubblicato il 02 settembre 2018
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Monvalle - Lago Maggiore in secca 4 di 10

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da giovanni_giorgetti

    Mi sembra abbastanza ovvio che la gestione del deflusso del lago è da rivedere completamente. Bastava chiudere le dighe sul Ticino!!!

Segnala Errore