Alternanza scuola-lavoro: «Così ho fatto scoprire ai ragazzi i segreti dell’ufficio»

Marina Dmytrenko, di Italy Lakes Residence, ha attivato la prima esperienza di alternanza scuola-lavoro grazie ai voucher della Camera di Commercio

Avarie

(immagine di repertorio)

«Una bella esperienza, non sempre facile per entrambi ma sicuramente importante per i ragazzi».

Quest’estate nella sua azienda si sono alternati per un mese una studentessa di 19 anni e uno studente di 17, entrambi provenienti dal Turistico, per una “full immersion” nel mondo dell’ufficio, della contabilità e della gestione di prenotazioni.

Per i due studenti un’esperienza sicuramente a tutto tondo, caratterizzata da un surplus di disciplina: «Sono stata subito chiara – dice Marina, di nazionalità ucraina – Dopo aver spiegato le varie attività dell’ufficio ho chiesto loro di assumersi la responsabilità di tutto quello che stavano facendo, e di diventare un po’ “ucraini”, perché per noi la determinazione e la rigidità nel portare a termine i compiti assegnati è proprio nel nostro carattere nazionale».

Un impegno reciproco che ha dato buoni frutti: «Per me era la prima volta e ci sono stati momenti in cui è stato abbastanza impegnativo perché i ragazzi che escono dalla scuola non sanno niente di come si lavora, ma anche per loro è stato necessario un bell’impegno, perché li ho inseriti da subito in tutto il ciclo di lavoro dell’ufficio. Devo dire che dopo qualche giorno erano già in grado di portare a termine i loro compiti autonomamente. Sono sicura che hanno imparato tante cose».

Un’esperienza da rifare? «Sicuramente – conclude Marina Dmytrenko – sono disponibile a rifare questa esperienza ma voglio ancora ragazzi bravi, determinati e che abbiano tanta voglia di imparare e di lavorare».

di
Pubblicato il 25 ottobre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore