Arriva il maltempo e così l’esame delle reclute di protezione civile diventa operativo

Le 150 reclute della Protezione Civile domenica stavano effettuando l'esame di abilitazione quando è scattata l'allerta rossa per il maltempo

Campo Estivo di Protezione Civile 2018

Doveva essere l’esame per le nuove reclute di Protezione civile e si è trasformato in un vero e proprio momento di operatività. Domenica, proprio mentre oltre 150 nuovi volontari stavano sostenendo la prova pratica del corso di abilitazione alle Fontanelle è scattato in tutta la provincia l’allarme rosso per l’allerta meteo.

A quel punto la sede della protezione civile è diventata presidio di gestione della situazione di crisi. Subito sono state organizzate e allestite ben tre squadre di pronto intervento. Su tutti i mezzi sono state allocate le attrezzature necessarie in caso di alluvione, esondazioni o frane. Ben 2 funzionari e 15 gli uomini hanno formato tre squadre e seguito fino alle prime ore dell’alba di oggi l’evoluzione del meteo. Sotto stretta osservazione tutto il territorio provinciale, ma con particolare attenzione alle zone del Nord della provincia e del Lago Maggiore.

I nuovi volontari, hanno così sostenuto il loro esame di abilitazione, ma anche potuto vedere dal vivo come la macchina della Protezione civile si prepara ad affrontare le situazioni di emergenza. «Possiamo dire che i nuovi volontari sono subito entrati nel vivo del ruolo che andranno a esercitare –ha dichiarato il consigliere provinciale Davide Tamborini– Per la nostra Protezione civile non c’è domenica né festività. Ma quando serve è sempre sul pezzo. E ieri la sede delle Fontanelle ha ancora una volta dimostrato di essere un hub perfetto sia per accogliere la formazione di oltre 150 volontari, che peer le operazioni di preparazione all’emergenza. Vorrei concludere che in tema di protezione civile e non solo, il ruolo della Provincia resta e sarà fondamentale e centrale».

Tamborini ha infine ringraziato: «I dipendenti del settore per la grande disponibilità e professionalità; i volontari esperti per aver contribuito alla formazione delle nuove leve; tutti gli enti e le istituzioni quali Prefettura, Vigili del Fuoco, Areu, Comunità Montane e Parchi per la collaborazione data anche a questo corso a questo corso appena concluso».  

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 29 ottobre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore