Body cam alla Polizia Locale, la sperimentazione anche nel varesotto

Golasecca e l'Unione dei Comuni del Medio Verbano si sono aggiudicati i fondi di un bando regionale. Anche Varese aveva partecipato ma è rimasta esclusa

body cam

Videocamere per le città e boby cam per gli agenti della Polizia Locale. Regione Lombardia ha stanziato 4 milioni di euro per finanziare i progetti dei comuni che puntano ad incrementare la videosorveglianza e una parte di questi fondi arriveranno anche nel varesotto.

Per quanto riguarda le videocamere mobili da aggiungere all’equipaggiamento della Polizia Locale in assessorato sono arrivate 230 domande e ne sono state finanziate 47. Tra la lista dei comuni che potranno accedere ai fondi ci sono Golasecca e l’Unione dei Comuni del Medio Verbano (che comprende 11 amministrazioni, ndr) che quindi ora potranno fare affidamento sul finanziamento del 100% a fondo perduto. Nell’elenco non c’è Varese che, pur avendo presentato la propria candidatura, non è riuscita ad accedere ai finanziamenti.

Per un secondo bando che punta ad incrementare la videosorveglianza in tutto sono arrivate in assessorato alla sicurezza di regione Lombardia ben 381 domande e di queste ne sono state finanziate 77. Nella lista compare solo un comune della provincia di Varese: Grantola.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 28 ottobre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore