Borse e vestiti contraffatti al mercato di Luino, condannato per ricettazione

Nei guai un venditore senegalese di trent’anni sorpreso dalla Finanza al mercato del mercoledì

Avarie

Il tribunale di Varese ha condannato oggi, venerdì a un mese di carcere e una multa di 100 euro un venditore di origini senegalesi sorpreso tre anni fa al mercato di Luino.

L’uomo, trent’anni, venne bloccato dalla Guardia di finanza che gli sequestrò diverse borse di prestigiosi marchi oltre ad altri oggetti di abbigliamento e pelletteria che il venditore offriva ai clienti.

I prodotti esposti alla vendita non figuravano in scatole o confezioni che raffigurassero i marchi dei prodotti, che tuttavia è stato appurato fossero del tutto contraffatti e di provenienza sospetta: è così scattata la denuncia per ricettazione e oggi è arrivata anche la condanna.

Dei beni sequestrati è stata richiesta e ottenuta dal pubblico ministero la confisca e la successiva distruzione.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 ottobre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore