Brugnone chiede l’audizione in commissione del direttore del carcere e del garante

Il consigliere comunale del Pd prova a riportare le tensioni tra il direttore Sorrentini e il garante Tosi in ambito istituzionale

consiglio comunale busto arsizio massimo brugnone

Un confronto in commissione tra direttore del carcere e garante dei detenuti per chiarire un botta e risposta che si sta sviluppando solo sui giornali. Massimo Brugnone prova a portare il confronto in ambito istituzionale con l’obiettivo di risolvere la diversità di vedute chiedendo la convocazione di una commissione ad hoc per audirli.

«Ogni tanto la nostra casa circondariale finisce nelle cronache locali e nazionali – commenta Brugnone -. Dalla passata condanna della Corte europea dei diritti umani, passando per recenti episodi quali un suicidio e una rivolta. Troppo poco invece si parla dei volontari che fanno assistenza ai detenuti. Delle scuole che li incontrano. Del lavoro silenzioso di chi opera all’interno di questo mondo cercando di migliorarlo».

Ultimamente, infatti, si era accesa proprio sui media una discussione che ha visto contrapporsi il direttore del carcere Orazio Sorrentini con il Garante dei detenuti Matteo Tosi che ha richiamato l’attenzione delle istituzioni per la poca attenzione ricevuta dai vertici del penitenziario: «Per questo motivo abbiamo deciso di presentare un’interrogazione in cui chiediamo di audire in Commissione sia il Direttore che il Garante. Per far sì che almeno da una istituzione si possa partire per fare chiarezza su quanto stia accadendo e, soprattutto, su come possiamo essere d’aiuto per far sì che il carcere di Busto sia un luogo dove si possa dare piena realizzazione a quanto previsto dall’art. 27 della Costituzione: che sia una pena che tenda alla “rieducazione del condannato”».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 31 ottobre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore