I campionissimi del Verbano vincono la H-Boat Italian Open

Flavio Favini e Tiziano Nava hanno affiancato l'armatore Bernardinelli su Fled 2, la barca che ha vinto la prova di chiusura della stagione AVAV

H-Boat Italian Open 2018 vela luino avav

I grandi nomi della vela varesotta sollevano al cielo il trofeo della H-Boat Italian Open 2018, la seconda edizione della manifestazione che ha concluso la stagione agonistica e organizzativa dell’AVAV, l’Associazione Velica Alto Verbano di Luino.

La vittoria della prova, “spalmata” su tre giorni di regate, è infatti andata a Fled 2, l’imbarcazione di Guido Bernardinelli che schierava i due “mostri sacri” di casa nostra e cioè il luinese Flavio Favini (alla barra) e il lavenese Tiziano Nava (tailer), entrambi con alle spalle esperienze ad altissimi livelli, compresa l’America’s Cup.

Fled 2 ha vinto sei delle otto regate disputate, superando anche condizioni meteorologiche molto impegnative, e si è lasciata alle spalle nella classifica generale un altro scafo del Verbano, Team Azalee (Marco Di Natale, Aldo Bottagisio, Tiziano Arioli e Alfio Lavazza), con i colori della Top Vela, capace di conquistare la vittoria in due prove parziali. Podio completato infine dall’equipaggio tedesco di Kookaburra guidato da Gerhard Miethe.

H-Boat Italian Open 2018 vela luino avav

«Sono stati tre giorni di grande vela – ha commentato Guido Bernardinelli, armatore dell’imbarcazione vincitrice – molto combattute visto l’alto livello tecnico della flotta e le condizioni meteorologiche molto perturbate». Le barche hanno infatti trovato un campo di gara mutevole: il primo giorno caratterizzato da vento da sud sempre più forte, il secondo (si è gareggiato nel “Canalone” di Cannobio) ha portato alcuni acquazzoni mentre il terzo è stato segnato da continua pioggia oltre a vento fresco dai quadranti settentrionali.

La H-Boat Italian Open 2018 ha come detto concluso la serie di manifestazioni volute dall’AVAV per festeggiare gli ottant’anni di attività: l’associazione luinese è infatti nata nel 1938 e da allora è attiva sia in campo nazionale sia internazionale. Quest’anno diverse regate hanno ottenuto il patrocinio della Varese Sport Commission, progetto della Camera di Commercio che incentiva il turismo sportivo in provincia, oltre che il supporto di Liberty, Gottifredi Maffioli, Nauticaluino, Trac Trac e Rougj+.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 30 ottobre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore